18/01/12

Carcassone, magia e leggenda


E' tarda mattina quando arriviamo a piedi dalla Ville Basse. Uno sfondo di rare nuvole pastose sopra un cielo denso e brillante sotto al quale emergono possenti le mura della Citè. Cinquantadue torri interrompono la doppia cinta, coronate da tetti che paiono cappelli di strega. D'altra parte siamo a Carcassone la merveille du midi, la città che sembra uscita da un libro di fiabe.
Accanto alla porte Narbonnaise si incontra la statua di pietra di Madame Carcas la donna che secondo la leggenda ha dato nome alla città.
L'atmosfera è così surreale che non è difficile figurarsi la scena. I soldati di Carlo Magno intorno alle mura, stanchi, stremati dopo cinque anni di assedio. E Lei, dentro, a inventarsi i più maliziosi strategemmi per far credere all'Imperatore che lì va tutto bene, il cibo abbonda e i soldati sono ancora  pieni di energie.
Una giovane  principessa saracena con nessuna intenzione di cedere la sua città. 
La citè di Carcassone vista dalla citta bassa
Pare che ad un certo punto le sia balenata un'ultima brillante idea , quella di gettare l'unico maiale rimasto dalle mura, proprio sopra l'esercito nemico.
Credendo che la città avesse ancora così tanto cibo da permettersi di sprecarlo le truppe decisero di levare l'assedio e ritirarsi. Il trucco aveva funzionato.
Alla vista dei militari che si allontanavano la dama fece suonare le trombe della città che arrivarono fino alle orecchie degli sconfitti a cui non rimase che sussurrare, Carcas sonne (Carcas suona).
Nulla importa se forse il nome non viene proprio da lì, se le cose andarono diversamente. In ogni storia c'è sempre qualcosa di vero. E non importa neppure se quelle belle torri siano frutto di un anacronistico restauro perchè la città quella vera, andò in rovina molto tempo fa.
Quello che importa quando si viaggia (a maggior ragione con dei bambini) è cercare di trovare quel luccichio negli occhi dei bambini, quella magia tra le pietre, tra le case, le strade la gente. Cercare quanto c'è di bello in quello che ci circonda invece che quanto c'è di brutto o di sbagliato.
E lì fuori da quelle mura ho visto quella luce. Ho visto noi trasformarci ora in soldati, ora in cavalieri (si va beh anche in maiali volanti). Ho visto un bambino elettrizzato mentre attraversava la porta per entrare in città fermandosi nel lice ,il grande spazio tra la doppia cerchia di mura che serviva per garantire ai difensori un campo di tiro sgombro da ostacoli. 
Il Lice di Carcassone che veniva utilizzati anche per tornei e giostre. Da qui l'espressione entrare in lizza ...
Per farmi ancora mille domande e ascoltare mille risposte.
Poi siamo entrati, perdendoci tra i mille labirintici vicoli che regalano scorci inaspettati. 
Lontano dalla folla che assedia Carcassone durante l'alta stagione e godendo di quella tranquillità che meriterebbe la visita e che permette di dar libero sfogo all'immaginazione. 
Persino i numerosi negozi di souvenir sono stati l'occasione per continuare a giocare, tra castelli di legno, scudi, spade ed elmi da indossare.

Io Carcassone ve la consiglio così, come un gioco, una favola, una storia piena di magia, di quelle a lieto fine... 
Informazioni utili:
Ufficio del Turismo di Carcassone: sul sito trovate il video della città, la mappa, gli indirizzi di hotel, ristoranti, autonoleggio e tutte le informazioni pratiche.
Come arrivare:
Per chi arriva in auto: Con Viamichelin potrete facilmente calcolare il vostro itinerario, il numero di chilometri, i pedaggi e il tempo necessario a raggiungere la città.
Una volta raggiunta Carcassone dalla A61 sino all’uscita 24 per la N113 potete lasciare la macchina in uno dei grandi parcheggi a pagamento subito fuori dalle mura. 
Per chi arriva in treno Carcassone ha naturalmente una propria stazione, la Gare SNCF Carcassonne che si trova in Avenue du Mal Joffre.
Per chi arriva in barca: Carcassone si trova sul Canal du midi per cui può essere (come per noi) una delle tappe di una vacanza in houseboat. Potete scegliere di arrivare con la barca fino al porto di Carcassone dove troverete corrente e  acqua e poi raggiungere facilmente la Citè con un taxi che si trova proprio davanti all'Hotel Bristol. Maggiori informazioni a questo proposito nei prossimi post sulle vacanze in houseboat.

Oltre alla Citè all'interno delle mura non mancate di scendere verso la città bassa attraversando uno dei due ponti da cui tra l'altro si gode di una vista meravigliosa su Carcassone. Fuori dalle mura trovate anche un bellissimo Parco dove far correre i bambini e rilassarsi dopo una visita della città.
Dove mangiare:Andate d'istinto e scegliete il ristorante che vi ispira di più. Ce ne sono tantissimi, sicuramente turistici ma spesso con viste magnifiche sulle torri e arredati in tema con la città.
Non andatevene senza aver provato la Cassoulet (trovate anche mini Cassoulet per bambini) fumante a base di fagioli, carne di maiale salsiccia e anatra. Non vi dico di più perchè questo piatto merita davvero un post a sè.

Da visitare con i bambini  a Carcassone e nei dintorni:
La Riserva Africana di Sigean (a 45 minuti di auto da Carcassone). Meta imperdibile  da abbinare alla visita di Narbonne (prossimamente anche  il post di quest'altra bella città).
Dinosauria: (a 50 minuti di auto da Carcassone)Tanto per rimanere in tema Dinosauri. oltre ai giganti estinti è possibile svolgere tante belle attività a tema dedicate ai bambini dai 6 ai 12 anni. tutto sul sito.
Catha Rama: ( a Carcassone, Domaine de Sautès RN 113 - sortie Est A61):Uno spettacolo interattivo sulla storia dei cavalieri Catari.
Les Aigles de la Citè: (A Carcassone, Colline de Pech Mary  ): Spettacolo di falconieri.
Il Parco Australiano /a Carcassone, Chemin des Bartavalles)
Le chemin du fauvisme: A solo un'ora e mezzo da Carcassone un incantevole paese sul mare e un divertentissimo sentiero per imparare l'arte giocando.

16 commenti:

  1. ora anche il gioco da tavolo... ha più significato! thank's

    RispondiElimina
  2. Da anni sogno di andare a Carcassone, chissà...

    RispondiElimina
  3. mi interessa proprio tanto e rimango in attesa del prossimo post con le indicazioni così... mi organizo xché piaceebbe moltissimo ai miei bambini :)

    RispondiElimina
  4. anche noi siamo stati qui l'ultimo giorno di tour enogastronomico francese...ed è qui che ho rotto la mia nikon :(
    per fortuna era l'ultimo giorno!
    domani pubblicherò la seconda parte del mio viaggio in francia!
    adoro i tuoi viaggi! molto di mio gusto!
    selene

    RispondiElimina
  5. UHHH che meraviglia Carcassone!

    noi quella volta non ci siamo arrivati perchè era ci saremmo spostati troppo in là rispetto al nostro itinerario ma rimane una delle città che prima o poi visiterò!

    Buon divertimento in Trentino!
    saluta Claudia!!!

    baci baci

    RispondiElimina
  6. bello! da segnare nella agenda! :)

    RispondiElimina
  7. Bello il tuo post, mi fa ripensare alle emozioni che provavo da bambino, soprattutto quando hai menzionato che l'importante e' trovare la scintilla nei loro occhi...verissimo.
    Da bambino vedevo le cose con occhi differenti ed ero davvero molto felice! Non vedo l'ora di averne uno anche io cosi' magari con lui/lei, riuscirei a tornare bambino ancora una volta!

    E' proprio da visitare questa citta', la leggenda poi, che sia vera o no non importa, per questo si chiama leggenda (che a me piacciono davvero molto).

    RispondiElimina
  8. @ZZoe: Per un appassionata di giochi di società come me è una vergogna ma lo sai che nonostante me lo sia trovato davanti migliaia di volte (ovviamente anche a Carcassone) non ci ho mai giocato? Devo assolutamente rimediare...;-)
    @Sunshine: Solo un consiglio, cerca se possibile di evitare mesi come Luglio e Agosto e soprattutto non andarci il weekend!;-)
    @Ideamamma: Stasera posto tutto, comprese le mete vicine per bambini così magari vi organizzate per un viaggetto!;-)
    @Selene: Uh mamma riesco a immaginare cosa si prova a rompere una Nikon!;-) ma lo sai che ho visto che siamo andate anche nello stesso albergo? In Val d'Aosta, una meraviglia vero?
    @Carcassone: Ciao cara, si merita così come tutta quella parte di francia ricchissima di luoghi bellissimi, storie e leggende! Te la saluto volentieri e grazie mille!
    @Mamamaga: ;-)
    @Chris:Hai proprio ragione Chris ed è così credimi, quando arriva un figlio quel fanciuletto/a dentro fa presto ad uscire! P.S Anche io le adoro!;-)

    RispondiElimina
  9. Hai ragione di andare a Carcassonne in Gennaio ! Ci siamo andati nel mese di giugno e c'erano molti turisti !
    Carcassonne è il secondo sito turistico più visitato dopo il “Mont Saint Michel”...
    Il tuo figlio non voleva avere una panoplia di cavaliere ? ( come i miei figli!)
    A presto !

    RispondiElimina
  10. Che bello! Ci sono stata una volta, di passaggio...quanto vorrei tornarci con i bambini! Grazie per la dritta!

    RispondiElimina
  11. ciao! ho scoperto questo blog solo oggi e devo dire che è una miniera di informazioni.anche io amo viaggiare e visto che c'è il progetto di un bimbo per quest'anno, vorrei tanto portare con me anche lui/lei e quindi leggerti mi sarà di grande aiuto!

    mi sono aggiunnta ai tuoi follower.
    se hai voglia di passare da me, parlo di danza

    http://nastriepece.blogspot.com/

    baci
    nadia

    RispondiElimina
  12. Bellissimo come tutti i tuoi post! E le tue dritte...
    Ma ho notato una cosa da quando ti seguo, sbaglio o non siete molto amanti del mare? Te lo dico perchè noi abitiamo in montagna (sull'Amiata non so se conosci...) e quindi ogni volta che c'è da partire privilegiamo un posto dove ci sia anche il mare "che fa tanto bene ai bimbi" come dicono le nonne :) e quindi mi farebbero molto comodo i tuoi consigli!
    Un bacione e continua così

    RispondiElimina
  13. Con il tuo post mi porti con la mente e il cuore a qualche anno fa, quando ho visitato questo splendido luogo. Entrare a Carcassone significa fare un viaggio nel tempo. Assolutamente da non perdere.
    Un saluto!

    RispondiElimina
  14. mi hai convinto, sto già organizzando.. :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aaahhhh ne sono felicissima cara!! Se ce la fate fate un salto anche alla riserva che merita!:-) E poi mi racconti come è andata dal vivo!;-)

      Elimina
    2. eheheheh tra ruote e piedini ci si prova, sperando che anche i dinos riaprano.. Tu intanto pensati una data e quando ce l'hai rispondimi "di là" :)) :*

      Elimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin