17/10/12

Scozia: Eilean Donan Castle


Dietro  c'è l'isola delle nuvole.
Cinquanta miglia di morbide brughiere, cime merlate, loch, scogliere e colline avvolte dalla bruma. Rocce acuminate contro cui si infrange il mare e un manto di torba ed erba punteggiato da case isolate.
Davanti si srotola un'intera costa da scoprire.
Siamo noi  e Alder incontro a nuove avventure, pronti a sfidare leggende, a parlare con le fate, ad ascoltare  le pietre perchè in Scozia ogni cosa è magia.


Lasciando le isole Skye dette delle nuvole per la bruma che spesso avvolge Cuillin Hills
Come la marea che trascina via l'acqua per le onde o l'elegante ponte ad archi che danza fino ad uno dei più affascinanti castelli di Scozia, l'Eilean Donan Castle.
A vederlo da lontano si ha come l'impressione che sia venuto fuori da un libro di fiabe.
Sul ponte dell'Eilean Donan Castle
Venne costruito all'inizio del tredicesimo secolo per proteggere le terre di Kintail dagli spaventosi vichinghi che avevano saccheggiato e conquistato gran parte del Nord della Scozia.
E'un incantevole Regno di Mare, la quasi perfetta struttura difensiva che secoli più tardi divenne teatro di guerre e rivolte.
Come il celebre bombardamento del 1719 che racconta di temibili fregate e delle 343 botti di polvere da sparo che furono necessarie per ridurre il castello in rovina.
L'interno del castello dove è possibile rivivere la storia dell'Eilean Donan anche grazie ad affascinanti teche multimediali
Rimasto abbandonato per oltre due secoli è stato ricostruito in tutta la sua affascinante bellezza.


Dentro è un piccolo labirinto di ingressi, scale,cortili, stanze traboccanti di foto di famiglia e cimeli e spade impugnate da giovani Highlanders durante la triste battaglia di Culloden. Fuori, visioni d'altri tempi, pietre  grigie che paiono sussurrarci segreti e vedute straordinarie, come quella sui tre lochs o sulle cime brumose delle Skye.


E in mezzo a tutto questo, all'atmosfera onirica, al suggestivo silenzio, al cielo biancolatte sui cui si innalzano le pareti del castello un'improvviso e straziante canto che rompe l'aria e ci trascina fuori stregati da quelle note che ti entrano dentro e ti spaccano l'anima...


Ancora oggi se chiudo gli occhi riesco a sentirlo chiaramente.
Siamo ripartiti  salendo verso Nord su, incontro alle Highlands in cerca di un posto per dormire che fosse bello come la nostra giornata. Ci siamo arrampicati su una salita stretta come quasi tutte le strade scozzesi, una di quelle che, come spesso capita da queste parti, vorresti  non finisse mai tanto suggestivi sono gli scorci che regala.

Verso Nord

Negozio di Kilt


Plockton
Nel cuore un misto di gioia, euforia, entusiasmo, commozione, musica, trepidazione e voglia di avventura. Quella che ci ha accompagnato in tutto questo lungo viaggio perchè come accennavo qui, la Scozia è stata per noi un insieme di minuscoli enormi istanti ricolmi di sentimenti infiniti insieme ad un immenso desiderio di andare unitamente alla scoperta di questo paese, senza programmi o mete precise ma girovagando con Alder in cerca della felicità.
E continuo a pensare che la Scozia sia magica e che quelle lande desolate e affascinanti sappiano ascoltare i desideri dei viaggiatori perchè curva dopo curva ci siamo ritrovati qui.



Soli. Davanti al blu, alla marea alle rovine di un antico castello. Una vecchia strada chiusa che scivola dentro al mare e abbastanza spazio per parcheggiare Alder per la notte.
 Una cartolina solo nostra, un'indimenticabile istantanea una scenografia da catturare con una foto, uno sguardo da portare nel cuore, uno schizzo di colori e emozioni.



 Come Sasek... ;-)

Informazioni Pratiche:

Il Castello di Eilean Donan si trova all'imbocco del Loch Duich, vicino al villaggio di Dornie e sorge su un isolotto collegato da un ponte alla terraferma. All'interno trovate  un interessante mostra sulla storia del castello. I bambini apprezzeranno soprattutto la prima parte con le mostruose polene e la riproduzione audiovisiva del bombardamento. Fate attenzione perchè dalle onde del mare ad un certo punto spunta anche un Nessie!:-) C'è la ricostruzione di una cucina anni '30 e sei stanze ristrutturate e riarredate.
Accanto alla biglietteria trovate un negozio di souvenir e una caffetteria dove si può pranzare
I cani non sono ammessi dentro al castello, Charlie ha dovuto aspettare in Campervan (le temperature scozzesi lo permettono ma, spero non ci siano bisogno di dirlo, non lasciate mai il cane se c'è il sole o fa troppo caldo perchè le temperature all'interno dell'abitacolo (di un auto più che mai) salgono con facilità!).
A pochi chilometri dal castello (Kyle di Lochalsh) si trova il ponte che conduce alle Skye (se desiderate visitare l'isola in alternativa potete prendere il traghetto tra Mallaig e Armadale (noi lo abbiamo preso all'andata e scelto il ponte per il ritorno).
Eilean Donan al Cinema:
Per gli appassionati di cinema nel castello sono stati girati numerosi film come 007 il mondo non basta, Loch ness, Miss Marple, un delitto avrà luogo, Men of Honour, Elisabeth, Rob Roy e  il celebre  Highlander, l'ultimo immortale con Sean Connery e Christopher Lambert. Qui una delle scene.

Scozia in Campervan:
Dopo la nostra esperienza in Campervan ritengo che questo sia davvero il mezzo ideale per girare la Scozia.
Le possibilità di wild camping (là dove ovviamente non è vietato e secondo il buonsenso di ognuno) sono tante e offrono l'emozione unica di fermarsi in luoghi emozionanti e unici, mangiare davanti a laghi e castelli, dormire dentro a scenografie da sogno (e svegliarsi insieme alle pecore!:-)).
Noi abbiamo affitato Alder (un campervan pet friendly) presso Big Tree Campervans. Simon e la sua famiglia sono di una gentilezza e disponibilità uniche e se volete sono anche disposti a preparavi l'intero programma di viaggio in base ai vostri gusti e necessità.
Tutte le  informazioni le trovate qui.

Sketchbooks on the road:
Non smetterò mai di ringraziare Elisa per avermi mandato questo meraviglioso video. Da quando lo abbiamo visto sketchbook,pennarello nero e acquerelli sono sempre nella nostra valigia.
Lo trovo un bellissimo "gioco da viaggio" per i bambini.
Un modo per esprimere con l'arte quello che li colpisce, per fermare il tempo in un moleskine o perchè no, in una cartolina da mandar ad amici e parenti. Ma ne riparleremo...
Altri post sulla Scozia (ma ho ancora tante, troppe cose da raccontare, piano piano...)

17 commenti:

  1. Oggi avrei bisogno di fiabe!
    Per fortuna domani si parte...Maggiolina dipendenti!
    Buon giorno!Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fantastico cara!! Hai visto come seguiamo i tuoi consigli? Sei un vero tesoro! UH che meraviglia!! Dove andate? Noi partiamo venerdì mattina per la transumanza in valle Aurina, non è che passate da quelle parti?;-) Bacione

      Elimina
    2. ...questa volta ci aspettano le anguille di Comacchio...
      vorrei visitare la Salina prima della chiusura autunnale...speriamo nel tempo...
      baci Elisa
      ps. abbiamo fatto un interessante visita al Planetario di Ca de Monti (PV)... fondamentale il libro da te suggerito "Tutto comincia dalle stelle"
      Grazie delle tue splendide segnalazioni

      Elimina
  2. Mi mancavano i tuoi post!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3<3 Si, in effetti sono stata un po' troppo presa dall'autunno!!:-)

      Elimina
  3. Ciao mammagiramondo, ti seguo da tanto (da prima che diventassi famosa! ;)), sei fantastica...Una domanda sul campervan: sul sito dice che ci sono 5 posti a sedere, ma secondo te c'e' abbastanza spazio per dormirci in 5? Noi abbiamo 3 bimbi ma quando possiamo partiamo!
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie!! Allora nel campervan ci sono due "camere da letto" la prima si ottiene stendendo i seggiolini e l'altra alzando il tetto! Noi abbiamo quasi sempre dormito in quattro (io e Babbog. Aj e Charlie tutti di sotto) per cui considera che se i bambini dormono insieme (giù o su) non ci sono problemi. L'importante è che abbiate tutti un certo spirito di adattamento e predisposizione all'avventura perchè in effetti rispetto ad un camper tradizionale lo spazio è decisamente inferiore. D'altra parte il campervan è molto più piccolo del camper e quindi più facile da manovrare e guidare nelle strette strade scozzesi oltre che più comodo da parcheggiare. e poi la camera sul tetto a me fa impazzire!:-) Ma non c'è il bagno. (Noi avevamo un potty portatile per le emergenze!:-) Dai un'occhiata ai video che ha fatto Simon su youtube e dove mostra tutte le parti del campervan così puoi renderti conto meglio se può fare per voi oppure se è meglio optare per qualcosa di più ampio.
      Ecco il link
      E mi raccomando conta pure su di me per qualunque altro dubbio o domanda!

      Elimina
    2. Ma e' fantastico, grazie! Adoreranno dormire sul tetto!

      Elimina
    3. Chicca sentiamoci per mail così!!

      Elimina
  4. Ciao, la scozia è sicuramente una delle mie future mete. Mi chiedo come fate a prendere e partire così su due piedi ogni volta, con bimbo al seguito!Ammirevole davvero. Ma col lavoro come fate? scusa la curiosità, ma mi sorgono dubbi di natura pratica per quanto mi riguarda...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adry il bimbo non è affatto un problema, viaggia da quando è nato e in due o tre (anzi quattro che abbiamo anche un cane) non cambia molto. Per il lavoro in questo caso erano normali ferie, mentre i weekend mio marito non lavora. Io scrivo sul magazine dei Piccolini per cui il mio lavoro è proprio quello di viaggiare!:-)

      Elimina
  5. Bellissimo il tuo resoconto, leggendo le tue parole e osservando le fotografie mi hai incuriosito e penso proprio che inserirò la Scozia in una delle mie prossime mete . . . lavoro permettendo.

    Un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fasntastico! Considerami a disposizione per futuri consigli e se ti interessa prossimamente ci saranno tanti altri post scozzesi!:-)

      Elimina
  6. Con questo fareste una bella accopiata ;)
    http://scozia.ilreporter.com/eilean-donan-il-castello-piu-famoso-di-scozia/

    RispondiElimina
  7. ls marea era alta quando ci siamo arrivati ma lo spettacolo non era diverso e le sensazioni che si provano e che descrivi così bene nemmeno...un luogo davvero magico!

    RispondiElimina
  8. é davvero bello questo posto.. assomiglia un po ai dintorn di www.trauttmansdorff.it a castel trauttmansdorff ... ci siete mai stati?

    RispondiElimina
  9. o forse da un assomigliata piu al www.posthotel.it un hotel alpina in mezzo a tanta di quella natura mostrata anche qui

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin