29/11/12

Il Museo del cinema di Torino


Avrei voluto esserci in quegli ultimi anni dell'ottocento, quando quell'uomo straordinario che fu George Meliès portò tra il pubblico lo stupore dell'illusione; mise il cinematografo dentro al cappello e come dice Morin ne fece uscire il cinema.
Perchè davanti a quelle scene improbabili, a quei gesti irreali, quei trucchi così abilmente nascosti da  marchingegni, astuzie e sovraimpressioni la gente scopriva i propri sogni. 

27/11/12

Scozia:escursione in battello

E' quello che c'è in mezzo che fa la differenza.
Tra un punto e l'altro degli aspri confini delle Highlands  una infinità di punti intermedi avvolti da un plumbeo splendore, ciascuno da esplorare, lasciandosi inebriare dalla bellezza dei paesaggi scozzesi, dalla natura aspra e selvaggia che ti avvolge completamente dandoti la sensazione di essere nel cuore dell'avventura.
Una scenografia che incanta tutti, grandi e bambini, uno spettacolo che fa sentire vivi, intrepidi, forti, esploratori, figli del mondo e della terra.

22/11/12

Cartoline di Natale fai da te

 

Ho riempito la  valigia di nastri colorati, ritagli di stoffa, glitter e  brillantini.
Ci sono i francobolli, la rubrica con i nomi degli amici più cari.
Le cartoline  vestite a festa, per  catturare il luccichio delle decorazioni, un istante d'incanto davanti alle casette di legno dei mercatini di Natale, o la neve che ogni volta  è  come fosse la  prima.
Ci sono tradizioni che la modernità non scolorisce, gesti che amiamo ripetere ogni anno riempendoli di amore e fantasia insieme al desiderio di far felice un bambino, una nonna, un amico lontano, una famiglia.
Perchè  non ci sono mail o sms che valgono l'emozione di aprire la cassetta della posta e trovarci dentro una busta colorata.

20/11/12

Libri di Natale per bambini. Terza Parte




Se leggere con i bambini è sempre  un incantesimo che fa viaggiare ovunque nel mondo, insinuarsi insieme tra le pagine di un libro di Natale è come aprire una finestra incontro ad un  universo magico, popolato di gnomi e folletti, di renne volanti e di castelli di ghiaccio. E' un vivere e rivivere quell'atmosfera unica e scintillante, colorando la realtà di luci sfavillanti, mescolando il vero alla fantasia, immaginando lo scalpitio degli zoccoli su un tetto o una nevicata di zucchero per le vie di Dublino.

Perchè non è forse il Natale con i bambini  qualcosa di ancora più straordinario? Non vi pare di sentire di nuovo tintinnare   quel campanellino che da tempo vi sembrava di non udire più?
E allora tiriamo fuori i libri dagli scaffali, circondiamoci di favole e fantasia, sgranocchiamo biscotti insieme allo Schiaccianoci o gustiamo una fetta di torta accompagnando i fratelli Mack nelle loro fantastiche avventure.
Facciamo che il Natale sia anche questo.
Un soffice gomitolo  di momenti straordinari da srotolare tutti insieme, aprendo le pagine di un libro e  il cuore  alla magia dei sogni...

19/11/12

Il Parco degli alberi parlanti


Un Novembre mirabilmente intenso questo.
Traboccante di creatività, progetti e weekend alla scoperta di nuove mete, nuove regioni che l'autunno ricopre di  caldi drappi dai toni intensi.
Come quelli dell'incantevole Treviso dove nel Parco di Villa Margherita  un manto di foglie riveste magicamente tutto il terreno.

12/11/12

Cinema, danze e pere bugiarde

Torino
E' cominciato così questo Novembre. Con l'irresistibile desiderio di godere ogni singolo istante di questa stagione che amo, assaporare l'autunno fuori e dentro casa prima che scivoli via per andare lontano, là dove soffia il vento.
Ho avuto bisogno di tempo, ho gioito di tutti i  piccoli e grandi momenti, meravigliandomi ogni volta che scoprivo  quanto  la felicità sia così vicino a noi se solo si si impara a guardare.
Dentro ai sorrisi della mia famiglia, tra il profumo della cera e quello dei biscotti, tra le pagine dei libri e nel crocchiare delle foglie,nelle chiacchierate interminabili, nei sogni e  nei piccoli progetti che prendono forma nei lunghi viaggi in auto.
Perchè se durante la settimana amiamo stare a casa, il weekend rimane il tempo dei viaggi.

02/11/12

Libri in valigia: Oops!



Lemony Snicket li avrebbe chiamati una serie di sfortunati eventi.
Novanta minuti per arrivare all'aeroporto di Parigi e un' interminabile catena di imprevisti, contrattempi, ostacoli esilaranti e improbabili che impediscono ad una famiglia di quattro persone, anzi, cinque contando il terrier, di prendere in tempo il tanto atteso volo per Djerba.
E, ci credete? Tutto è cominciato con una zia miope e una saponetta scivolata giù dal quarto piano...

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin