18/07/13

Miniguida dell'Irlanda in calesse. Seconda parte



Un insolito e affascinante modo di viaggiare, come gli irish travellers a bordo di una carrozza tirata da un cavallo. Per scoprire un'Irlanda segreta, nascosta dentro ad ammalianti strade di montagna, aldilà di folti boschi e oltre colline di smeraldo. Una vacanza capace di incantare grandi e bambini e regalare libertà, avventura, sogni, amori, esperienze ed emozioni che rimarranno intrecciate per sempre nel cuore e nell'anima di chi la vive.
Nella prima parte della guida abbiamo visto come è fatto un caravan, parlato dell'arrivo al campo base dei Clissmann e di come si svolgono le ore  prima della partenza.
Vi avevo lasciati a bordo del calesse, emozionatissimi e soli,  pronti per vivere la vostra straordinaria avventura.
E adesso?



SVOLGIMENTO DEL VIAGGIO
E adesso viene il bello. 
Insieme a Neasa ed Alan avrete stabilito il vostro itinerario. Avrete una mappa dettagliata del tragitto da percorrere ogni giorno e,  per ogni destinazione, un foglio  completo di ogni informazioni utile. 

Considerate che tra una tappa e l'altra non ci saranno mai più di  20 chilometri che è la distanza massima che il cavallo può compiere al giorno impiegando circa 4/5 ore incluse le soste per farlo riposare (almeno 10 minuti ogni ora).
Naturalmente a seconda dell'itinerario  che avete concordato potreste ritrovarvi con tragitti più brevi (ad es. un paio d'ore) o anche due notti in uno stesso campo, soprattutto nei luoghi dove ci sono più cose da vedere.
E' importante tener presente che se avete la necessità di fermarvi oltre i venti minuti tra una sosta e l'altra occorrerà staccare il cavallo dal caravan e oltre i quaranta togliere finimenti e imbracatura.
Il mio consiglio è quello di evitare tutto ciò, anche perchè le soste si fanno ai margini della strada e non ha senso fermarsi oltre il tempo necessario per far riposare il cavallo.
La cosa migliore è  quella di partire la mattina dopo colazione (o eventualmente dopo pranzo) in modo da arrivare con tutta calma al nuovo campo dove potrete pranzare o cenare (sul caravan o all'eventuale pub) e organizzare visite, escursioni, passeggiate, etc.
Tenete presente che il cavallo procede piuttosto lentamente (a passo veloce salvo trottare qualche volta prima di una salita). Ciò vi permetterà di saltare giù facilmente e camminare a fianco  a lui tenendo per le briglie ogni volta che vi sentite insicuri e soprattutto obbligatoriamente, ogni volta che c'è una salita (meglio scendere tutti per non affaticarlo troppo) e sempre quando state entrando dentro ad un nuovo campo.

Non scoraggiatevi se il primo giorno si fermerà spesso, una volta che vi sentirà più sicuri sarà tutto più facile.


paesaggi on the road

ARRIVO AL NUOVO CAMPO


E' un momento emozionante. 
Avete raggiunto la prima (o seconda o terza, etc.) tappa, il cavallo è ansioso di rotolarsi nel nuovo campo e voi di vederlo correre e brucare libero.

Scesi tutti dal caravan si conduce a mano fin dove si preferisce accamparsi (in genere c'è un recinto ad aprire e richiudere) e si procede a togliere finimenti e imbracatura. Se i proprietari del campo non vi hanno già raggiunto (in genere sentono arrivare il calesse) bisogna recarsi al pub/negozio/fattoria indicato nel foglio (quasi sempre di fronte al campo) dove vi verranno mostrati i bagni e il tap dove potete rifornirvi di acqua potabile. 
all'antico Glenmalure lodge per rifornirsi di acqua potabile

In genere tutti i campi hanno un fiume dove voi potete pescare e i cavalli bere ma è sempre meglio assicurarvene perchè in caso contrario al cavallo deve essere data acqua.

A seconda del periodo di vacanza è  possibile che troviate altri caravan.
In questo caso i cavalli  si coccolano a vicenda, si lavano, si baciano ed è una meraviglia starli a guardare.
E' anche l'occasione per fare amicizia, organizzare un BBQ o un falò o andar a cena da qualche parte tutti insieme.
Potreste anche trovare altri animali come mucche o pecore.



Una volta sistemati il cavallo è al sicuro dentro al campo e voi sarete liberi di decidere la vostra giornata.
Sul foglio della destinazione troverete un elenco di cose da fare e da vedere raggiungibili a piedi o in alcuni casi con un taxi.
La contea di Wicklow è ricca di spettacolare attrazioni  come la scenografica valle di Glendalough le cascate di Glenmalure, gli innumerevoli trekking (adatti anche ai più piccoli) oltre a diverse open farm che piaceranno tanto ai bambini e ancora giardini, cittadine e  musei all'aperto.
Potrete decidere di rilassarvi al campo, pescare, giocare nel fiume o semplicemente fermarvi ad ammirare la natura.



DA METTERE IN VALIGIA
Ecco un piccolo elenco di cose che potrebbero risultavi utili:
  • accendino e fiammiferi
  • pastiglie accendifuoco
  • barbecue usa e getta 
  • torcia e lumino notturno (in sala mappe a disposizione lampada a olio)
  • canna da pesca e retino (le prime disponibili gratuitamente in sala mappe)
  • libri (la prossima settimana un elenco dei nostri titoli in valigia)
  • guanti da equitazione o simili (i finimenti vengono unti e ingrassati e con i guanti eviterete di ritrovarvi le mane sempre nere e sporche di grasso)
  • salviette
  • repellente per zanzare (noi ne abbiamo viste ma al campo di Glenmalure, la sera è pieno di insidiosi moscerini tipo quelli scozzesi)
  • pallone, racchette da tennis (disponibili in sala mappe)
  • borsa frigo (sala mappe)
  • stivali chantilly (utili per giocare e attraversare i fiumi dei campi) e impermeabili (in caso di vento o pioggia)
  • scarpe da trekking
  • cappello da cowboy o cowgirl
  • occhiali da sole 
QUANDO ANDARE E COME PRENOTARE


I caravan sono disponibili da tarda primavera a metà autunno. 
Se siete preoccupati del tempo, come scrive Bradbury nelle prime pagine del bel Green Shadows, White Whale, there's nothing in the damn government pamphlets to show when, where, or if the sun comes out in Ireland perciò non state a pensarci troppo. Noi abbiamo avuto un tempo splendido ai limiti dell'incredibile eppure in genere a Luglio piove parecchio.
Una volta deciso quando andare la cosa migliore è scrivere una mail a Neasa (in inglese, francese o tedesco) con indicato il periodo a cui siete interessati e il numero di persone.
Lei vi risponderà  e una volta concordato il tutto il vostro caravan rimarrà fissato per dieci giorni. Entro questo tempo dovrete versare un acconto del 50% del prezzo totale anche attraverso paypal direttamente dal sito.





COSTI



CaravansPrezzi settimanaliPrima
Sett.
Sett. agiuntive
Bassa stagione:
dal 27 Aprile al 28th Giugno e dal 24 Agosto al 28 Settembre€890€700
Short Break  – minimo 4 giorni€590
Giorni aggiuntivi€100
Alta stagione:
dal 29 Giugno al 23 Agosto€1190€950
Al prezzo del caravan dovete aggiungere una spesa che varia dai 15 ai 25 euro (totali) da pagare ai proprietari dei campi dove vi accamperete.

Questa seconda parte termina qui. La prossima settimana completeremo la miniguida con un sample route e la lista dei libri da mettere in valigia. Intanto io vi lascio con un ultimo avvertimento: 
se di notte venite svegliatevi di soprassalto da un intenso e  impetuoso tremare della carrozza non spaventatevi (noi credevamo di stare rotolando verso il fiume).
E solo il vostro cavallo che si gratta il posteriore sulla vostra casa... 

E ora ditemi, vi attrae l'idea di una vacanza così?

Leggi anche:

18 commenti:

  1. Se mi attira...? Eccome! Cara è tutto così... emozionante, meraviglioso, fresco e coinvolgente! Sono stata col fiato sospeso nel leggere le tue righe.. perchè capisci che certe cose che sogni soltanto si possono fare davvero! <3 TVB

    RispondiElimina
  2. Che meraviglia!!! *.*
    Non solo sono tentata...ma sta diventando un sogno da realizzare!!!!
    (Peccato per i prezzi un po' alti...)
    Grazie per il tuo, come sempre, stupendo reportage!!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Ma no dai i prezzi non sono così alti! ;-) Devi considerare che hai a disposizione una casa viaggiante oltre alla possibilità di cucinare e pertanto risparmiare sui pasti (e non è poco). Un camper costerebbe decisamente di più!:-)

      Elimina
  3. sai che pensavo fosse molto + cara!!! Mi attira anche di +!! oltretutto è una zona d'Irlanda in cui non sono stata!! Grazie e aspetto i prossimi post

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara! Io ero passata da lì anni fa prima che nascesse Aj ma devo ammettere (che a parte Glendalough che avevo già visitato) con il caravan viaggi in zone in cui magari non ti fermeresti in auto. Le distanze sono più brevi, ci si muove con lentezza e tutto assume un fascino diverso e ancora più grande.
      Un'altra idea può essere anche quella di fare una settimana in caravan e abbinare poi il nord come abbiamo fatto noi!

      Elimina
  4. SPLENDIDO!!! Se hai volgia, posta il viaggio su Tripblend: magari chiamami/scrivimi che ne parliamo! :) Chiara Meriani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara appena ho un secondo ti scrivo! Bacione!

      Elimina
  5. Da anni sogno una vacanza così ma un po' per pigrizia, un po' per imbranataggine tecnologica (riuscire a usare facebook e commentare un blog è già una grande soddisfazione D:) non ho mai capito come funzionasse. Ti ringrazio immensamente per questi tuoi post che mi fanno sembrare il mio sogno qualcosa di finalmente realizzabile! Aspetto con ansia i prossimi post!!
    Grazie!
    Angela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Angela, per qualunque cosa scrivimi pure!!

      Elimina
  6. giuro che un cavallo che si rotola così è la prima volt che lo vedo! bellissimo questo post e bellissim a questa avventura... prima o poi ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo, uno spettacolo... e vi ci vedo alla grande! ;-)

      Elimina
  7. Sto seguendo con passione il vostro viaggio fantastico e segno tutto tutto.
    Non vedo l'ora di leggere i prossimi post!!

    RispondiElimina
  8. Pensa che nemmeno sapevo che esistessero questo tipo di vacanza ... ora che lo so ... ci faccio un pensierino! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima pensaci seriamente che merita, eccome se merita!! :-) <3 <3 <3

      Elimina
  9. Quindi per un totale di tre settimane quanto verrebbe?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Federica basta che sommi al prezzo della settimana principale le due aggiuntive. Però sinceramente tre settimane, fidati, sono davvero troppe da trascorrere in caravan. E' un viaggio formidabile e una esperienza unica e indescrivibile ma allo stesso tempo faticosa.
      E soprattutto visto che è la prima volta!
      Io ti consiglio di trascorrere una settimana in caravan e le altre due in giro per l'Irlanda. Poi se vi è piaciuta così tanto, sei sempre in tempo a tornare!;-)

      Elimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin