20/08/14

Bruges: dieci cose da non perdere. Seconda parte



C'è qualcosa di magico nelle città attraversate dall'acqua.
Quel susseguirsi continuo di ponti che incanta e  invita a correrci su per vedere nuovi sorprendenti paesaggi da ogni angolazione possibile; sotto, sopra e dentro i canali.
E i cigni di Massimiliano con i loro brutti anatroccoli e i riflessi delle belle facciate dal fascino  fiammingo e dei dehors dei ristorantini accoccolati sul fiume e delle fronde degli eleganti salici piangenti che insieme disegnano inaspettati mondi escheriani.
Non è già questa da sola una favolosa ragione per visitare Bruges?

6.I CANALI



Dove ora scivolano  cigni e anatre e i battelli che fanno fare ai turisti un favoloso giro della città un tempo navigavano barche mercantili, dirette al Minnewater o al Waterhalls, un enorme cortile acquatico coperto dove oggi sorge la bella Piazza del Mercato.
I canali di Bruges come pagine di un libro  di storia. E sono romantici, divertenti, pittoreschi, insoliti e pieni di sorprese.


Percorreteli tutti, a piedi o in bicicletta, inseguiteli, viveteli, assaporatene tutto il fascino.



La mattina presto e quando il sole è alto, al tramonto,di notte e  a tutte le ore...

7. LE PASSEGGIATE À TOUTES LES HEURES


Si dovrebbe lasciarsi ispirare da quel tabaccaio di Brooklyn  e fotografare  almeno una volta ogni ora (invece che ogni giorno). uno dei tanti meravigliosi angoli lungo i canali di Bruges.
Perchè ogni momento del giorno ha il suo fascino. Che cambia, a volte in maniera quasi impercettibile altre completamente.
Come quando scende la notte e con essa la magia che come la polvere di un incantesimo accende altri vibranti mondi al di sotto delle acque.

8. I MULINI



Una bella passeggiata da fare con i bambini.
Si parte dal centro in direzione est e una volta giunti alla Kruisvest ci si arrampica fino ad una collinetta sopra il canale.
Volete sapere perchè?
Per andare a caccia di mulini naturalmente!

9. UN GOLOSO VIAGGIO DENTRO AL MONDO DELLA CIOCCOLATA



Sono almeno una sessantina le cioccolaterie del centro storico di Bruges. Grandissime, con le vetrine adornate di dolci capolavori, piccole  e raffinate o persino magiche, quasi come la  favolosa Bliss Bakery della fantasiosa Littlewood.




Perchè la cioccolata a Bruges è davvero una cosa seria.
E per scoprirne tutti  i segreti,  dalle leggende legate all'origine fino ai trucchi per preparare una autentica pralina belga dovete visitare il Chocostory, un tripudio di sale, esposizioni, pannelli illustranti la storia del cioccolato.





Come il Museo delle patatina fritta anche da Choco Story i bambini avranno una caccia al tesoro da fare.
Tani indizi da cercare di sala in sala e stickers da attaccare nell'ordine corretto per poter ricevere alla fine una golosa sorpresa.
Sul sito trovate inoltre due serie di domande da stampare per imparare giocando (qui per 6-12, qui per 12-18).
E poi molte delle esposizioni sono fatte con i personaggi della playmobil...
Anche in questo caso c'è molto da leggere ( pannelli solo in inglese, olandese e francese) per cui prendetevi un paio d'ore.


La visita termina con una golosissima  e interessante dimostrazione pratica. 
Informazioni Utili:
Il Choco Story si trova in Wijnzakstraat 2   a  3 minuti a piedi dalla Piazza del mercato e 200 metri dal Museo delle patatine fritte.
Se visitate anche quest'ultimo ricordate di acquistare il biglietto combinato (qui i dettagli)
Il Museo è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 17.
Da leggere:
Per conoscere tutto sulla appassionante storia del cioccolato vi consiglio inoltre questo libro, uno dei bellissimi titoli slowkids della collana Per mangiarti meglio di slowfood. Ma il libro merita un post tutto suo, ve ne parlerò prossimamente!




10.IL PONTE DELL'AMORE

A due passi dal Groeningemuseum, proprio dietro la Arentshuis, la bella casa patrizia del XVIII secolo dove sono esposti i dipinti di un'artista gallese nato a Bruges si trova un piccolo parco (Hof Arents) a cui si può accedere anche senza non acquistate il biglietto del museo.
E' un luogo idilliaco, attraversato da un piccolo ponticello a schiena d'asino da cui si gode una favolosa vista sul canale punteggiato da dimore da fiaba. Si dice che molti ragazzi di di Bruges vengano qui per dirsi il primo bacio e per questo è chiamato il ponte dell'amore.


Vale assolutamente una sosta.


Ma la fiaba di Bruges non si esaurisce certo con questi dieci da non perdere.
Ci sono il magifico campanile di Belfort, i suoi 366 scalini, la vista e il carillon con 47 campane e  la strada dell'asino cieco, c'è il mercato del pesce e le crociere in battello a vapore, le pedalata fino in Olanda ( a soli 15 chilometri lungo le rive di un canale) e i millemila dintorni come la costa con il Museo delle tempeste e Damme e Gent e i pescatori a cavallo di Oostduinkerke.
E poi c'è il film, In Bruges che non so perchè non siamo ancora riusciti a guardarlo e  mi sa proprio che una di queste sere dobbiamo rimediare; anzi, se l'avete visto, fatemi sapere se vi è piaciuto.

Qui sotto la mappa con i da non perdere:



Dove dormire:
Nelle incantevoli camere del Canal House, un bed and breakfast a cinque minuti a piedi dalla meravigliosa Piazza del Markt e con vista sul canale.
I proprietari sono una deliziosa coppia che vi aiuterà a scoprire tutte le meraviglie della città, dandovi consigli su dove mangiare, cosa visitare.
Cani ammessi
Dove mangiare:
Da Ganzespel una piccola osteria con le pareti punteggiate di vecchi tabelloni del gioco dell’oca che affascineranno senza dubbio i bambini.
Potete scegliere piatti alla carta oppure optare per il menù della casa al prezzo di soli 10 euro che, credetemi, considerando i prezzi di Bruges è decisamente economico. In genere il menù comprende una zuppa e un piatto a base di carne come lo spezzatino o di pesce, ad esempio il salmone con il riso. Sapori semplici che piaceranno senz’altro anche ai bambini.
Ottimi i dolci (favolosa la torta di mele con panna e gelato) e il conto è in una scatola di latta... del gioco dell’oca.
L’osteria è aperta solo dal venerdì alla domenica dalle 18:00 alle 22:00
Sopra il ristorante i proprietari gestiscono anche un bed and breakfast.


-->

2 commenti:

  1. I tuoi post su Bruge mi hanno davvero incuriosito!! Non vedo l'ora di metterci piede :)

    RispondiElimina
  2. Che spettacolo il cagnolone addormentato sulla finestra! D:

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin