Nove motivi per organizzare una vacanza in Northumberland

C'era un sole stupendo e il mare del nord non avrebbe potuto essere più bello: d'argento a riva, che poi sfumava in un azzurro pallido e poi in un blu profondo. La marea era bassa e la sabbia si estendeva per miglia, vuota e dorata, come succede sulla costa del Northumberland. ( da "Un cane e il suo bambino" di  Eva Ibbotson)

Mi sono innamorata per la prima volta del Northumberland anni fa,  immaginandolo tra le pagine di un libro. 
La seconda  è stata una  tiepida sera d'estate alla fine di  due lunghi giorni di viaggio dall'Italia.
C'eravamo  lasciati dietro  York da un paio d'ore, guidando verso nord est per inseguire il profilo della costa, su incontro alla Scozia, quando, lungo la strada ad un certo punto era comparso uno di quei caratteristici pub che finiscono con Inn, sapete? 
Quelli dove al piano terra si mangia buon cibo e si gioca a freccette e al piano di sopra si può anche dormire.
Insomma, in un attimo avevamo lasciato le valigie in camera ed eravamo corsi sulla vicina spiaggia  subito oltre la strada polverosa.
La marea era bassa e la sabbia si estendeva per miglia, vuota e dorata.



Alzando gli occhi dall'acqua, oltre l'insenatura si intravedeva come un miraggio il profilo di un castello e nonostante fossimo a metà Giugno non c'era nessuno a farci compagnia se non qualche creatura fatata in cerca di cibo là dove fino a poco prima c'era il mare.
 Il cielo era straordinario, la luce  incredibile e l'atmosfera, oh, l'atmosfera era indimenticabile.

E' stato allora  che ho saputo che un giorno saremmo tornati.
Il resto è tutta colpa di una libreria ma forse, questa storia la conoscete già (in caso contrario la trovate alla fine del post ;-))
Oltre alle infatuazioni  e i desideri personali  che ci hanno riportato là, ci sono però  almeno altre mille ragioni per cui vale la pena di organizzare una vacanza in Northumberland. 
Oggi ve ne racconto nove.

NOVE  BUONE RAGIONI PER CUI ORGANIZZARE UN VIAGGIO IN NORTHUMBERLAND

1. LE SPIAGGE


Se siete fan degli stabilimenti balneari, del servizio bar in spiaggia e l'abbronzatura ad ogni costo allora questa regione non è decisamente il posto che fa per voi.
Le spiagge del Northumberland sono infinite distese che appaiono o scompaiono in base ai capricci della marea. Suadenti deserti di sabbia che scivolano incontro alla brughiera, selvaggi tappeti di sassi aggrappati a straordinari mondi di roccia o paradisi nascosti dentro a isole che paiono uscite da una storia di fantasia.

Spiagge che sembrano fatte apposta per passeggiare per ore e ore, come il tratto che da Amble arriva alle rovine di Wackworth o l'incredibile sentiero tra sabbia, scogli e prati verdi fino a Dunstanburgh 
Camminando (o pedalando!) ricamerete la costa da un villaggio all'altro incontro a minuscoli porticcioli o rovine di castelli .

I bambini andranno in cerca di tesori, giocheranno con i sassi o con le pecore che inconterete davvero ovunque, persino in riva al mare.

Se amate sorprendervi il Northumberland è  la contea che fa per voi. 

2. I CASTELLI


A testimonianza del suo turbolento passato, il Northumberland è in assoluto la contea inglese con più castelli.
Ma la cosa straordinaria al di là delle meravigliose architetture e a ciò che offrono ai visitatori è  la loro posizione.
Ci sono rovine che compaiono d'improvviso accanto al mare come Wackworth o Dunstanburgh, castelli infestati come Chillingham,  manieri arroccati su speroni di roccia come Lindisfarne o che sovrastano distese sabbiose da sogno come Bamburgh.





Qualunque siano i castelli che deciderete di visitare scoprirete che tutto è magico, compreso il viaggio per arrivarci.
Per non parlare di ciò che sono in grado di offrire ai bambini.

  3.IL CREAM TEA

Pare sia nato nel Devon oltre mille anni fa e che siano stati i monaci di Tavistock ad inventarlo per la prima volta per offrirlo agli operai che si occupavano di restaurare la vecchia abbazia.
Non riesco ad immaginare niente di più perfetto per alleviare tanta fatica!
Ma il cream tea oggi non è soltanto il sedersi a sorseggiare un tè accompagnato da scones, marmellata e clotted cream. E' un momento che ritroverete ad aspettare per tutta la giornata, immaginando di che colore sarà la teiera o in che modo vi sarà servito.
E' quel tempo irrinunciabile di quiete e relax e chiacchiere,di racconti e e di risate dopo una giornata passata in giro ad esplorare questo meraviglioso angolo di Inghilterra.

E ovunque lo prendiate, che sia dentro alla Torre di un castello, nel giardino di una piccola sala da tè o in una libreria, sarà, ve lo assicuro, un'esperienza indimenticabile.

P.S Il  cream tea si trova oggi  nel Devonshire, in Cornovaglia, nel Northumberland e ovviamente in mote altre contee inglesi e scozzesi.

4. I VILLAGGI


Se è vero che gli appassionati di Miss Marple hanno identificato l'immaginario villaggio di St. Mary Mead nel celebre Castle Combe, sono sicura che ad Agatha Christie non sarebbe dispiaciuto affatto  ambientare da questa parti qualcuno dei suoi straordinari romanzi.

Dai minuscoli e affascinanti villaggi di pescatori come Amble o Craster alle tea rooms e i cottages di pietra che punteggiano ovunque la campagna, tutto richiama un'atmosfera intrigante e misteriosa a cui proprio non si può resistere.
Se amate i gialli, le case in pietra, i pubs tradizionali, i minuscoli porticcioli dove fermarvi per un panino con il granchio o un fish and chips, beh, ancora una volta il Northumberland è il paese che fa per voi.


5.LE MURA DI ADRIANO

Succede così. State guidando lentamente tra sterminati campi verdi e adorabili piccoli villaggi quando all'improvviso vi compaiono di fianco.
Le mura.
Ed ecco che in un attimo volate indietro nel tempo, un tuffo a venti secoli fa, quando
l'Imperatore Adriano fece costruire una fortificazione lunga 117 chilometri per dividere il confine tra la provincia romana e la Caledonia.


La cosa migliore che potete fare a questo punto è scegliere un tratto, parcheggiare l'auto  ed andare a piedi.
Sentire il vento, costeggiare il vallo, immergervi in una natura straordinaria. Fatta di laghi, colline sopra cui inerpicarvi, celebri set cinematografici ma soprattutto infiniti spazi aperti che fanno venire voglia di correre e aprire le braccia e gridare, ma quanto può essere bella la vita?
Tutti i dettagli nei prossimi post.

6. LA GENTILEZZA E LA CORDIALITA' DEGLI ABITANTI
Non c'è pub, sala da tè, libreria, ristorante da cui siamo usciti senza aver chiacchierato più o meno a lungo con qualche abitante della zona.
La gente del Northumberland è cordiale, curiosa, ama parlare, raccontare, ascoltare.
E' gentile, amichevole e disponibile a darvi una mano qualora ne doveste avere bisogno.
E credetemi, questo a volte può fare davvero la differenza.

7.LE ISOLE FARNE



Varrebbe la pena fare un viaggio nel Northumberland anche solo per fare una escursione alle isola Farne.
Quando lo scorso giovedì siamo saliti a bordo del battello non immaginavamo di vivere una delle giornate più straordinarie della nostra vita.
La favola è cominciata con un gruppo di delfini che ci ha accompagnato lungo il primo tratto di navigazione, è andata avanti con una colonia di foche grigie stese al sole ed ha raggiunto lo straordinario quando dopo aver navigato tra impressionanti mondi di roccia popolati da fantastiche creature siamo sbarcati su Staple island, circondati da milioni di uccelli impegnati a costruire nidi e migliaia di pulcinelle di mare.

Aggiunteci i fari e quella sensazione meravigliosa di avvicinare queste meravigliose creature al di fuori delle anguste vasche di uno zoo o di un acquario e credetemi se vi assicuro che a stento riuscirete a trattenere lacrime di commozione.



Mostrerete ai vostri bambini l'importanza della libertà e per tutti sarà un'esperienza indimenticabile.


Tutti i consigli per questa incredibile escursione in uno dei prossimi post!

8.UNA CONTEA PER BAMBINI

Basterebbe la natura a farli divertire. Le spiagge infinite in cui cercare tesori con la bassa marea, le meravigliose distese verdi in cui rotolare, i parchi, i giardini, i muri di pietra su cui arrampicarsi.
Non c'è luogo del Northumberland che i vostri bambini non ameranno.
Aggiungeteci le millemila attività organizzate da musei e castelli, come le lezioni di volo ad Alnwick, i giochi per imparare giocando a Bamburgh o le sabbiere che si trovano ovunque ci sia un giardino e credetemi che per i vostri piccoli, questa sarà una vacanza indimenticabile.
Entrambi i miei figli, pur con età così differenti (12 e quasi 2 anni ) hanno avuto il sorriso per tutta la durata del viaggio.



9.LA BARTER BOOKS

Ed eccoci all'ultimo punto, in realtà il primo,  vero motivo del nostro viaggio.
Di questa straordinaria libreria costruita all'interno di una vecchia stazione ferroviaria vi ho già raccontato tutto qualche anno fa.
Perché questa irresistibile voglai di tornarci?
Beh, innanzitutto perché per chi come noi ama i libri e le librerie, la Barter Books è un luogo straordinario. Non solo per andare a caccia di tesori ma per sedersi con un libro davanti al camino con un bel caffè lungo o, irrinunciabile, un cream tea in quella che era la vecchia sala d'attesa.
Ma oltre a tutto questo c'è un'altra ragione...

"Ma individuare un nuovo pezzo, stargli dietro, desiderarlo fino alla follia e poi, finalmente, conquistarlo... Che sensazione meravigliosa"! Da"La strana collezione di Mr Karp".

Dopo che ho cominciato a collezionare edizioni del mago di Oz comprati dentro alle  librerie più belle del mondo, qualche tempo fa ho realizzato che mi mancava una copia della nostra libreria del cuore.
Oh quanto la desideravo!
E siccome sono una ragazza fortunata e ho sposato un uomo che, oltre a conoscermi bene e a sopportarmi (e credetemi è dura!) ama anche farmi le sorprese, beh, il giorno dopo ho ricevuto in regalo un volo per Edimburgo.
Et voilà. Una nuova avventura era nata...

Il resto, compreso tutti i consigli pratici su cosa visitare, dove dormire, dove mangiare, etc, etc. li trovate nei prossimi post.
Ma intanto ditemi, vi è  venuta la voglia di partire?


-->

Commenti

  1. Oh Daniela! !!che regalo mi hai fatto questa sera!!! Ogni luogo, raccontata da te, mette voglia di partire.
    Quest'estate Bretagna dopo il tuo viaggio: casa sull'albero, fari, chiocciole. ...ed ora sogno già la meta successiva . Grazie famiglia giramondo!!😙

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Raffi sei un vero tesoro, grazie! Sono felicissima e mi raccomando, torna a raccontarmi le vostre avventure! <3

      Elimina
  2. Avevo voglia di partire per questo viaggio dopo la prima foto! Grazie!

    RispondiElimina
  3. Che bel post!!le foto accompagnate alle tue parole mi hanno letteralmente trasportata là! Mi hai ispirato un nuovo viaggio!!

    RispondiElimina
  4. Subito!!!! :D (a proposito di viaggi, anche se mini, hai visto il messaggio che ti avevo lasciato sulla direct di Ig? ;) )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno cara! Ti ho appena scritto! Un abbraccio grande grande a tutti voi! <3

      Elimina
  5. La nostalgia è il dolore del ritorno, il desiderio malinconico di tornare...
    Tu hai la capacità incredibile di farla provare anche a chi in quel posto non è mai (meglio: non è ancora) stato.
    Grazie!
    Un abbraccio, Rossana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Rossana. Sei un vero tesoro. Ti ringrazio di cuore, non sai quanto quello che hai scritto mi faccia piacere. Un abbraccio grande. <3

      Elimina
  6. Bellissimo racconto e davvero mi hai messo tanta voglia di partire! Credo che potrebbe essere una meta papabile per luglio

    RispondiElimina

Posta un commento