Val di Fiemme per bambini: i sentieri tematici della MontagnaAnimata




Esiste un  fastidiosissimo meccanismo per cui crescendo, ahimè, si perdono alcune capacità che da bambini risultano del tutto  banali e consuete.
Potrei stare qui a farvi millemila esempi, mostrandovi immagini di Sputacchioni Succiasangue o  boa che digeriscono elefanti ma so bene che non vi direi niente che non sapete già.
Quello di cui vorrei parlarvi invece, è  di un luogo, una terra sospesa tra cielo e terra e così vicina ai sogni che pare quasi di poterli toccare. Una montagna animata dove le fiabe prendono vita ed è facile riappropriarsi di meraviglia e stupore.
Dove non importa quanto grandi siamo, basta dare la mano ai propri figli e partire...



I SENTIERI TEMATICI DELLA MONTAGNANIMATA
Informazioni Pratiche

LA FORESTA DEI DRAGHI


"C'era una volta un drago di nome Tof, erede della dinastia dei draghi buoni del Latemar..."

La Foresta dei draghi è un facile sentiero ad anello, lungo circa un chilometro e mezzo e  percorribile sia a piedi che con il passeggino. 
Lungo il percorso si trovano alcune favolose installazioni draghesche e opere di land art oltre ad una meravigliosa vista sui campanili del Latemar.
Il modo più emozionante di attraversare questa foresta fatata è farlo con uno dei giocolibri che invitano i bambini a compiere una vera e propria missione, risolvendo enigmi e indovinelli.


Ci sono otto avventure diverse a seconda della fascia di età dei vostri figli ed un gioco interattivo con tre diverse storie che variano in base al giorno della settimana. Quest'ultimo, il DIFR, consiste nel risolvere una serie di enigmi insieme a tutta la famiglia, interagendo direttamente con otto postazioni speciali.

Insieme al giocolibro vi verrà  fornito uno zaino magico che farà animare le installazioni rendendo l'avventura ancora più straordinaria.
Aj e la sua amica Anna, parecchi centimetri fa... ;-)
Infine, se salite sulla Montagnimata di domenica, potrete partecipare ad uno degli spettacoli itineranti accompagnando il primo dragologo al mondo, il  Professor Drache. ;-)

Come arrivare:
Per chi viaggia in auto c'è un comodo parcheggio gratuito presso la telecabina di Predazzo. 
La telecabina vi porterà  in 15 minuti fino a  Gardonè, a 1650 metri di altitudine. Se avete necessità potete noleggiare un passeggino da trekking o uno zaino portabimbi a valle, accanto alla telecabina.
A Gardonè troverete una baita dove pranzare, il divertentissimo alpine coaster e la pista tubby, la seggiovia per salire a Passo Feudo e il punto info dove acquistare i giocolibri, ritirare i premi e chiedere tutte le informazioni sui sentieri.
Accanto al punto info si trova inoltre un parco giochi per bambini, un area di lettura e fogli e colori.
Poco più giù parte il sentiero della Foresta dei draghi.

RICORDATI DI:
  • Mostrare il giocolibro con l'avventura completata al punto info di Gardonè per ricevere un regalo... dragoso.
  • Percorrere il sentiero più di una volta. Le avventure sono tante e tutte diverse. 

IL SENTIERO DEL PASTORE DISTRATTO


"C'era una volta un bambino di nome Martin che faceva il pastore lassù dove, quando il sole scivola sotto l'orizzonte si infiamma di mille sfumature di rosa..."

Il sentiero del Pastore distratto è un divertentissimo percorso ad anello, lungo poco più di quello della Foresta dei draghi, facile ma non adatto al passeggino. Alex, due anni, lo ha percorso quasi interamente da solo  ma se viaggiate con bambini più piccoli vi consiglio di utilizzare una fascia o uno zaino portabimbi.
Lungo il sentiero si trovano diversi oggetti dimenticati dal pastore distratto e utilizzando  uno dei tre giocolibri a disposizione si imparano giocando moltissime cose sugli antichi saperi della montagna.
A circa metà del sentiero si trova inoltre un percorso sensoriale da fare a piedi nudi.


Un quarto gioco libro farà scoprire ai bambini il mondo delle api.
Anche in questo caso in alcuni giorni della settimana sono previsti spettacoli itineranti a tema. 
Trovate informazioni più precise sul sito della Montagnanimata.
Il sentiero parte da Gardonè, uscendo dalla telecabina a sinistra.

RICORDATI DI:
  • Girare a destra quando arrivi al bivio del sentiero sensoriale. Togli le scarpe ma attento a non dimenticarle! ;-)
  • Guardare nel cannocchiale per vedere da vicino l'apiario alla fine del sentiero. Se avete bambini che hanno più di 5 anni e volete far provare loro il brivido di un incontro ravvicinato vi consiglio invece di partecipare allo spettacolo itinerante con il prof. Propolis alla fine del quale è prevista una bellissima... sorpresa.

  • Guardare bene i tronchi degli alberi in cerca delle tracce del picchio nero.

IL GEOTRAIL   DOS CAPÈL



Il geotrail Dos Capèl è una sentiero di media difficoltà, lungo circa 3 chilometri e mezzo e percorribile da bambini un po' più grandicelli a causa del dislivello.
Il modo più istruttivo e divertente per farlo è con  il giocolibro e lo zaino da esploratore completo di ogni attrezzo utile per andare alla scoperta della straordinaria storia geologica di queste montagne.

Le  installazioni didattiche sono state curate dal meraviglioso Muse, vi ricordate di quando abbiamo dormito in mezzo agli scheletri di dinosauro?
Per raggiungere il sentiero dovete prendere la seggiovia a Gardonè (da Predazzo quindi: telecabina + seggiovia) che in 15 minuti vi conduce al bellissimo Passo Feudo da dove parte il Geotrail. Non dimenticate una giacca a vento (siamo a 2200 metri di altitudine) e delle scarpe da trekking.
 Qui trovato una baita dove pranzare o fare merenda davanti ad una vista straordinaria.

un po' di relax dopo la mangiata luculliana in baita
Da Passo Feudo partono inoltre altri bellissimi sentieri come quello per raggiungere la Torre di Pisa o i sentieri tematici come il Latemar panorama che in circa tre ore vi portano in Val d'Ega, in Alto Adige,  incontro ad altri bellissimi percorsi di cui vi avevo parlato qui.

RICORDATI DI:
  • Indossare scarpe da trekking o scarponcini per percorrere questi sentieri.
  • Portare una giacca a vento o una felpa.
  • Guardare in basso, lungo l'ultimo tratto di seggiovia. Vedrai decine e decine di tane nel terreno dai quali piuttosto facilmente usciranno le marmotte (noi le abbiamo viste per due volte di seguito).
  • Il giocolibro del geotrail e lo zaino da esploratore(se lo avessi dimenticato, lo puoi acquistare anche alla Baita Passo feudo)
  • Fermarti a giocare con le installazioni del Dahù accanto alla Baita.  Se vuoi scoprire chi è il Dahù puoi partecipare allo spettacolo itinerante ogni Martedì alle 10.45 (controlla l'orario sul sito) lungo il sentiero del Pastore distratto o acquistare il libro Le fiabe storte del Dahù.




PERCHE' SCEGLIERE LA MONTAGNANIMATA:
  • Perché regalerete ai vostri figli un viaggio tra fantasia e natura, magia e divertimento.
  • Perché grazie alle installazioni da cercare, scoprire, trovare, i bambini, anche piccolissimi, cammineranno senza sentire la fatica. Alex è un camminatore ma non immaginavo che già a due anni potesse essere così coinvolto nelle storie. A volte è necessario riadattarle un po'ad esempio nel nostro caso, il pastore distratto è diventato un buffo gigante ma il successo è stato strabiliante. 
  • Perché se viaggiate con dei ragazzini che si sentono grandi, ritroverete in loro quella luce negli occhi di quando erano bambini... ;-)
  • Perchè la Val di Fiemme non è solo Montagnimata. Ci sono sentieri per tutti i livelli e per tutti i i gusti. C'è il bellissimo Parco di Paneveggio dove passeggiare tra i cervi e attraversare ponti tibetani. Ci sono cittadine e luoghi spettacolari raggiungibili in pochi minuti di auto come  Passo Rolle, la Val Venegia o la Val d'Ega (quast'ultima addirittura raggiungibile a piedi da Passo Feudo), solo per citarne alcuni. 

Passo Rolle

  • Per tutte le esperienze che si possono fare. Viaggiare significa anche vivere il luogo da tanti diversi punti di vista e questa valle offre innumerevoli occasioni. Si può salire ai passi al tramonto e fermarsi a mangiare in baita (noi ad esempio abbiamo fatto il sentiero per vedere l'enrosadira alle Pale di San Martino, cenare alla capanna Cervino e scendere con le torce, ve lo consiglio!), fare un trekking lungo un'intera giornata con polentata e relax sui prati fioriti, provare l'e-bike, partecipare a spettacoli itineranti e mille altre cose che vi lascio scoprire da soli. Per qualunque informazioni, rivolgetevi agli uffici dell'APT o date un'occhiata al sito della Val di Fiemme.

  • Perché tutto in questa splendida valle è pensato, come un sortilegio,  per farvi innamorare. E se ci venite una volta, state certi che ritornerete.
  • Per i pranzi nelle malghe.
  • Perché è vero che bisogna pur crescere ma qualche volta è bello ritornare bambini... 


Don't grow up, it's a trap.
Why should we stop playing if we are having fun
A smile upon our faces when the days I done
Kiss the world goodnight and start all over again

Jonah Lake

E voi siete mai stati sul Latemar?

LEGGI ANCHE:
Val d'Ega: i uovi sentieri tematici del Latemarium

Maggiori informazioni sui sentieri, i giocolibri e gli spettacoli itineranti su:
MontagnAnimata

Commenti

  1. Ciao Daniela, ho scoperto il tuo blog da poco ma lo trovo fantastico! Sono diventata mamma da poco e tutti mi dicono che con i figli si smette di viaggiare! Non so più quante discussioni ho fatto su questo argomento ma da quando ti leggo adesso do direttamente il link. Il mio piccino non può ancora apprezzare i sentieri tematici ma non vedo l'ora che cresca un po' per partire con lui sulla Montagnanimata! Intanto stiamo organizzando un viaggio in Polonia per settembre e e sto divorando i tuoi post! Grazie di tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah ;-) Sono davvero contenta! La Polonia è sorprendente. Per qualunque info scrivimi pure.

      Elimina
  2. Sono stata sul Latemar qualche annetto fa quando non avevo figli e ancora non c'erano tutte queste cose. Adesso mi hai fatto venire una voglia matta di andarci con i bambini (5 e 7 anni).

    RispondiElimina
  3. Partiamo per Predazzo tra 3 giorni!!! Mi ricordavo dei tuoi post e visto che viaggiamo con amici e in tutto 5 bambini tra i 7 e i 9 anni ho pensato fosse il posto adatto! Solo una domanda. I giocolibri sono a pagamento?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena, mi fa davvero piacere! Sì i giocolibri sono a pagamento (5 euro i tradizionali e 10 quelli interattivi perfetti anche per fare squadre) ma ci sono diverse combinazioni per risparmiare abbinando ad esempio le corse sul tubby o la telecabina, etc. Dai un'occhiata a questo link: https://www.montagnanimata.it/prezzi-orari/
      Buon viaggio e fammi sapere come è andata!

      Elimina
  4. Ma che bello Passo Rolle....quello ancora mi manca mannaggia! La enrosadira l'abbiamo vista l'anno scorso in Val d'Ega ed è davvero stupefacente...però le torce mi incuriosiscono proprio!!! (l'ultima foto del post è favolosa :-D). Cristina

    RispondiElimina
  5. Sono stata in Val d'Ega due estati fa seguendo tutti i tuoi consigli (Geopark, sentiero di Agatha Christie, Latemarium), per l'anno prossimo ho già segnato la Montagna animata! ormai sei la mia Guru !!

    RispondiElimina

Posta un commento