29/07/09

Dalla Bella addormentata a Raperonzolo. Inseguendo i fratelli Grimm

Lasciamo alle spalle la splendida Marburg per raggiungere Kassel che ci ospiterà per i prossimi tre giorni, il tempo necessario per esplorare i dintorni, perderci nei boschi incantati, nella natura,visitare i castelli, respirare quest'aria da fiaba e assistere il Mercoledì agli incredibili giochi d'acqua nel Parco di Ercole.

Ma andiamo con ordine, apriamo il nostro libro alla seconda pagina e leggiamo...

Capitolo Secondo

Rosaspina

...Quando l’undicesima fata fece il suo dono, improvvisamente entrò la tredicesima che voleva vendicarsi per non essere stata invitata e, senza guardar in faccia o salutare nessuno, gridò con voce stentorea:

“La figlia del re a quindici anni si pungerà con un fuso e cadrà a terra morta”. E senza più pronunciar parola, si girò e abbandonò la sala. Allora si fece avanti la dodicesima fata che non aveva ancora formulato il suo dono, ma poiché non poteva annullare il malvagio augurio, ma solo alleviarlo, così disse: “Non ci sarà morte, ma un sonno che durerà cent’anni.”... (da Rosaspina di J.e W. Grimm).

Guidando da Kassel lungo la strada delle fiabe si incontrano le indicazioni per Sababurg dove sorge il castello incantato avvolto dalle fitte foreste che lo circondano e che invitano ad immergersi nel mistero.

Risale alla fine del 1400 ma fu danneggiato durante la guerra dei trent'anni e ricostruito nella metà del 1600. Ed è proprio la sua atmosfera da sogno che lo ha trasformato nell'immaginario collettivo tedesco nello scenario ideale per la vicenda di Rosaspina, la bella Addormentata.

Castello di sababurg, strada delle fiabe

"Attorno al castello crebbe un roveto che diventava ogni giorno più fitto e alto e che alla fine circondò il castello e lo ricoprì tutto, tanto da farlo sparire alla vista di tutti".

Castello di Sababurg, strada delle fiabe

Le pareti quasi interamente ricoperte di rampicanti, la canna fumaria annerita, sembrano muti testimoni della sontuosa festa che il Re e la Regina avevano organizzato per la nascita di Rosaspina.

Colorano i giardini folti cespugli di rose come quelle che vegliavano il sonno fatato della principessa.

Una rosa nel giardino della Bella Addormentata

La realtà è quasi sospesa in una magica dimensione e sembra di percepire l''eco di quel sonno, lungo cento anni in cui erano caduti Rosaspina e la corte intera.

statua a Sababurg

Inutile dirvi di quante volte abbiamo ripetuto la scena, io addormentata e il principino che mi baciava.

"Lei era lì sdraiata ed era così bella che il giovane principe non sapeva distogliere gli occhi da lei. Poi si chinò e la baciò.

Non appena l’ebbe sfiorata col suo bacio, Rosaspina aprì gli occhi, si svegliò e gli sorrise. Allora entrambi scesero dalla torre e si svegliarono il re e la regina, e tutta la corte si svegliò e tutti si guardavano con sguardo pieno di stupore".

Oggi il castello ospita un Hotel dove si può dormire se si vuol continuare a vivere la fiaba indossando le vesti di Rosaspina o del suo nobile salvatore.

Il mio Principino intanto si avventura nella foresta per sconfiggere i cattivi e superare i rovi con una spada immaginaria in una avventura condita di fantasia, una ricetta che solo i bambini sanno preparare.

nei boschi della bella addormentata lungo la strada delle fiabe in germania

Incamminandosi per uno stretto sentiero davanti al castello si raggiunge, superato un bel tratto, il Tierpark un bellissimo Parco votato alla preservazione degli animali che vivono nella foresta e ricco di attività per bambini.

Ci fermiamo a pranzo ai tavolini all'aperto subito all'ingresso, naturalmente con Bratwurst accompagnato da crauti e patate!

Si può fare un giro con la vecchia locomotiva, ammirare bufali e cinghiali, giocare con le caprette, assistere al volo dei falchi (che già ci aveva incantato al Castello di Vezio) e mille altre attività ancora.

trenino dentro al tierpark di Sababurg

Attività al tierpark di sababurg

Ma le cose senza dubbio più divertenti sono quella di essere scarrozzati per tutto il Parco, tra viottoli incantati e ponticelli di legno con un bellissimo carretto di legno e...

Aj nel carretto al Tierpark di sababurg

assistere al pranzo di questi gentiluomini in frac!!

Lasciamo il Parco non prima però di esserci fermati ad ammirare un lupo, che che spunta silenzioso dalla foresta e che per un attimo ci fa sentire un po' come Cappuccetto Rosso.

Un lupo al tierpark di sababurg

Da una fiaba all'altra guidiamo verso Trendelburg, un piccolo villaggio reso celebre da una Torre. Il paese deserto ci permette di fingere di tornare indietro nel tempo o meglio entrare in un mondo incantato fatto di streghe malvage e giovani dai lunghi capelli...

Trendelburg

Basta uno sguardo alla Torre che già gridiamo:

La torre di Raperonzolo a Trendelburg

"Raperonzola, Rapina,cala giù la tua codina". E per un attimo ci pare di intravedere dietro alla finestra buia la dolce Raperonzolo che fa ricadere la lunga treccia dei suoi bellissimi capelli fini come oro filato.

Il castello è del 1300 e venne usato prima come tribunale e poi come carcere. Questo naturalmente prima di diventare il simbolo della nota fiaba dei due fratelli tedeschi.

Le celle della torre piccola sono oggi le camere del BurgHotel Trendelburg dove ancora una volta potete rivivere la vostra magia.

Entrando dalla porta in pietra si ha l'impressione di volare con la fantasia, il paesaggio circostante è meraviglioso e la possibilità di sorseggiare un drink nella terazza,incantevole.

Trendelburg

Salutiamo Rapunzel e torniamo ad immergerci nelle strade deserte e silenziose accompagnati da un unica sinfonia, quella della natura interrotta soltanto dalle risate di un bambino e dalla sua allegria coinvolgente.

Poi all'improvviso quasi come un miraggio, in lontananza ci pare di vedere una macchia di colore spuntare dalla infinita tela verde dei prati. Ci pare di vedere... una fragola gigante!

bancarella di frutta a forma di fragola lungo la strada delle fiabe

Ovviamente nel mondo delle fiabe può capitare anche questo no?

Torniamo a Kassel per cenare in un posto davvero carino, il Podium che offre piatti da bistrò e naturalmente tedeschi. L'interno è tutto in legno e davvero accogliente ma approfittando del tempo incredibilmente fortunato mangiamo fuori nel dehors, un terrazzino picolo ma davvero carino.

I proprietari sono gentilissimi e ad un certo punto della serata la Signora vedendo Aj giocare sul tavolo mi mostra una piccola zona per bambini all'interno dove posso lasciarlo tranquillamente giocare.

Aj ha finito la serata giocando felice con i tantissimi giochi in legno, il dondolo e le costruzioni e io e mio marito ci siamo goduti una serata da "fidanzati".

Aj al Podium di Kassel

La cena ottima. La versione tedesca delle penne strascicate

e uno sformato ripieno di carne, formaggio, patate e molto altro.

Dopo un giro per il centro torniamo in Hotel e anche noi come Rosaspina e il suo regno, cadiamo in un sonno profondo...

Per leggere le altre tappe della strada delle fiabe clicca qui

Informazioni pratiche: Trendelburg e Sababurg come potete vedere dalla cartina si trovano entrambe molto vicino a Kassel che in questo caso può quindi costituire un ottima base.

particolare della mappa della strada delle fiabe in Germania

Qui Se avete dimestichezza con il tedesco potete trovare diverse informazioni sul Castello di Rosaspina a Sababurg e sulle camere. Attualmente le rovine all'interno sono in ristrutturazione perciò sono disponibili solo visite guidate in determinati giorni. Informatevi prima presso l'ufficio informazioni.

Il Tierpark è uno splendido Parco che vale la pena visitare se ci si trova in zona. Dal castello potete prendere il lungo ma piacevole sentiero a piedi (circa un chilometro) oppure prendere l'auto e scendere direttamente al Parcheggio del Parco.

In Estate il Parco è aperto dalle 08:00 alle 19:00 e i prezzi del biglietto sono piuttosto bassi:

5 euro per gli adulti e

3 per i bambini da 4 ai 15 anni.

All'interno è possibile pranzare presso il chiosco o nel Ristorante.

Qui trovate, sempre in tedesco, le informazioni sul Burg Hotel Trendelburg.

Se state programmando un itinerario lungo la strada delle fiabe cercate di essere a Kassel il Mercoledì o la Domenica per non perdere gli incredibili giochi d'acqua del Parco di Ercole. (ma ne parlerò nel prossimo capitolo insieme a consigli su dove cenare e soggiornare).

8 commenti:

  1. Bella Raperonzolo! Era la mia fiaba preferita!!!

    RispondiElimina
  2. Che bella avventura e che meravigliosi castelli.
    Tenerissimo Aj sul cavallo a dondolo!
    Aspetto con ansia il 3° capitolo!!
    Bacioni

    RispondiElimina
  3. anche il lupo!!! proprio una fiaba... che emozione leggere le pagine di questo vostro ultimo libro
    fai un salto da me!!!
    silvia

    RispondiElimina
  4. Ciao Mammagiramondo!
    E' da un pò che non facevo un salto da te, che belle le tue storie, inseguendo i fratelli Grimm!
    Con calma, mi leggerò il resto, intanto ti abbraccio e ti ringrazio per i tuoi bellissimi racconti,
    Amalia

    RispondiElimina
  5. Davvero un viaggio da favola.

    Le foto sono splendide e... il carretto di legno. dove l'hai trovato? Lo voglio anch'io!

    RispondiElimina
  6. mi ripeterò ma il tuo modo di raccontare ... mi INCANTA!!!! grazie di farmi scoprire una Germania a me fin'ora sconosciuta! (te lo dice una che ci ha vissuto 2 anni in Germania!!). non vedo l'ora di poter ripercorrere le stesse strade e vedere gli stess iluoghi con Sofia! un bacione e un abbraccio :)

    RispondiElimina
  7. @Giulia: piace molto anche a me :)!!
    @Paola:Si,era davvero dolcissimo! Sono felice che il tuo ometto stia già meglio!! un bacione
    @Silvia: Silcia come ho scritto da te sono senza parole. una emozione garnde. Grazie.
    @Amalia: Ciao casrissima, grazie a te per essere tornata, stasera vengo anche io a farmi un giretto :)!
    @Claudia: Ti piace eh? Hai ragione davvero bellssimo e soprattutto veramente divertente. Ti dirò per la gioia di babbogiramondo ho voluto provare abnche io a essere scarrozzata! :)
    Il carretto lo forniscono per chi è interessato, proprio al tierpark.
    Sono agganciati in picoli miniparcheggi e occorre un gettone da acquistare alla biglietteria per sganciarlo. Naturalmente appena Aj l'ha visto è stato amore a prima vista. In effeeti starebbe benissimo nella vostra casa nella prateria. sono sicura che esiste qualche sito dove si possa acquistare, se trovo qualcosa ti mando il link. un bacione!!
    @Smile carissima ma non sapevo di questa tua avventura di due anni. adesso voglio saperne qualcosa di più però. Magari quadno ne hai voglia potresti farne un post, io ne sarei felicissima!!
    un abbraccio forte.
    P.S manca poco poco alla partenza eh?

    RispondiElimina
  8. nonnagiramondo30 luglio 2009 23:25

    voglio tornare bambina !!!!!!

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin