St Michael's Mount e il fenomeno della marea.

Non è solo per Re Artù.
Sono gli  innumerevoli castelli da favola, le gita in barca, i traghetti e le vecchie locomotive su cui salire a bordo per andare al mare. I villaggi liberi dalle auto, le spiagge seminate di rocce e archi e pietre che paiono parlare e che trasformano un viaggio in questa parte d'inghilterra in un'avventura straordinaria per i nostri bambini.
La natura rigogliosa e i prati interminabili, i parchi, le escursioni in bici, gli incontri ravvicinati con gli animali e la scoperta di piccoli grandi fenomeni naturali.
Come la marea, ci avete mai pensato?
La marea è un moto periodico di ampie masse d'acqua  che si innalzano  e abbassano  anche di 10-15 metri con frequenza giornaliera o frazione di giorno, dovuto alla combinazione di due fattori:l'attrazione gravitazionale esercitata sulla Terra dagli altri corpi celesti del sistema solare e la forza centrifuga dovuta alla rotazione del sistema Terra-Luna intorno al proprio centro di massa.

Bene, sapete come funziona.
Adesso provate a dimenticarlo...

Nella Cornovaglia occidentale, a pochi passi da Penzance, un mosaico di strade tortuose che si snodano a pochi passi dal maestoso lungomare, c'è una grande spiaggia.
Il vento soffia forte, i gabbiani osservano curiosi i kitesurfer che cavalcano l'acqua e in lontananza si scorge un'isola,avvolta in un cielo nero che la rende ancor più suggestiva.
KitesurfingDSC_0022
Un cielo che cambia istante dopo istante, accendendo e spengendo i colori tutt'intorno con uno straordinario  gioco naturale di luci.
St Michael's MountDSC_0026

In fondo ad uno scoglio le barche aspettano i visitatori.In barca verso St Michael's MountDSC_0047
C'è l'alta marea e l'unico modo per raggiungere St Michael' Mount è attraverso il mare.
Pochi minuti fatti di schizzi, chiacchiere portate via dal vento, infinite risate mentre stretti l'uno all'altro ci avviciniamo alla meta, cantando come i simpatici Pirati di Sullivan o come il Jack della leggenda. Quello che scavò un pozzo profondo e ci fece cadere il gigante.
St Michael's MountDSC_0062
Sull'isola i turisti si dirigono verso la suggestiva chiesa abbaziale trecentesca,  l'armeria, gli splendidi giardini subtropicali a picco sul mare. Ammirando i capolavori dipinti sulle pareti o godendo dell'impareggiabile vista sulle  terrazze del castello.
Dalla cucina dell'Island Cafè il profumo del tè e degli scones si diffonde tutt'intorno mescolandosi a quello degli onnipresenti Cornish Pasties, i calzoni che i minatori  si portavano per pranzo.
Una leggenda diffusa tra i pescatori e nata dall'abitudine delle donne corniche di mettere tutto dentro a quei deliziosi fagottini di farina e burro, narra che il Diavolo non abbia mai osato passare oltre il Tamar, in Cornovaglia, per paura di finire in un Pasty.

Ma oltre al castello e alla magia di un luogo saturo di storie e fantasie è il mare il vero protagonista.
Il mare presuntuoso che non manca di attirare l'attenzione.
"Guarda Mamma il mare sta andando via!"
Bassa marea a St Michael's MountDSC_0090
Avviene sotto i nostri occhi. Come una magia. Come se qualcuno, forse il vecchio gigante Cormoran lo stesse trascinando via per un'onda.
Minuto dopo minuto  si ritira, divenendo più "piccolo".
Le barche che prima galleggiavano gaie adesso affondano pericolosamente nella sabbia.Bassa marea a St Michael's MountDSC_0073
Il mare che allontanandosi svela un passaggio segreto e la terra pare emergere dal nulla mostrando i suoi tesori.
Bassa marea a St Michael's MountDSC_0077
Bassa marea a St Michael's MountDSC_0088
E non si può smettere di guardare. E cercare, ridere di ogni nuova scoperta, correre mentre, come per l'eco, l'emozione è alle stelle e il pomeriggio si trasforma in una caccia al tesoro.

 
LibertàDSC_0123
Sotto un sasso, in mezzo alle alghe, ora qui ora là.
Bassa marea a St Michael's MountDSC_0099
Bassa marea a St Michael's MountDSC_0114
Niente  attrazione gravitazionale, niente forza centrifuga.
Qui e ora per noi la marea è soltanto marea.
Che emoziona, che fa scoprire i misteri del mare, che ci regala emozioni senza tempo.
Bassa marea a St Michael's MountDSC_0082
Che fa venire quell'irresistibile voglia di correre, quel senso estremo di libertà, quella voglia di volare...
LiberiDSC_0117
St Michael's MountDSC_0119
Bassa marea a St Michael's MountDSC_0129
Momenti e emozioni che non ci lasceranno mai.
E neppure un improvviso temporale rovina l'atmosfera. Si continua a correre con la pioggia che sferza il viso, a ridere forte, a giocare fino a che il sole torna ad illuminare il monte.
St Michael's MountDSC_0045
E penso a quando un giorno mio figlio studiando i fenomeni connessi al mare imparerà a memoria quella nozione.  Allora forse si ricorderà di questo giorno e, lo spero con tutto il cuore, se la dimenticherà...

Informazioni Pratiche:
St. Michael's Mount
Come arrivare e dove parcheggiare
Raggiungendo da Penzance il villaggio di Marazion è impossibile non vederla. Accanto alla spiaggia troverete due grandi parcheggi a pagamento, Il Folly Field e lo Slipway car Park, entrambi comodissimi per raggiungere le imbarcazioni in caso di alta marea o il sentieo di ciottoli che a piedi conduce in pochi minuti fino all'isola.
Il costo del passaggio in barca è di 1,50 per adulti e 1 sterlina per i bambini. Pagamento a bordo.
Il castello
E' aperto tutti i giorni tranne il sabato dal 28 Marzo al 31 ottobre.
Tariffe
Adulti: £7.00
Bambini £3.50
Famiglie: £17.50
E' possibile acquistare un biglietto combinato con la visita ai giardini. Per maggiori informazioni consultate il sito ufficiale.
Dove dormire
Datemi solo il tempo di trovare il biglietto da visita e vi darò il nome e l'indirizzo di un bellissimo BB a Penzance. Pochi passi dal mare e una manciata di minuti da St. Michael's Mount.
Dove mangiare:
C'è davvero l'imbarazzo della scelta. Quasi tutti i locali offrono inoltre un Menù per bambini o mezze porzioni.
Ricordatevi che le cucine quasi ovunque in questa parte d'Inghilterra chiudono alle 21:00. L'importante è ordinare rigorosamente entro quell'ora.
Un caratteristico locale dove cenare a soli due minuti dal BB di cui vi darò il nome è il Pirate Inn. Personale gentilissimo, atmosfera magica e giochi per bambini all'esterno. Se poi come noi, avete la fortuna di trovarvi un improvvisato gruppo che suona musica tradizionale la serata si trasformerà in qualcosa di magnifico.

Commenti

  1. Un racconto molto suggestivo..

    RispondiElimina
  2. Che bello, le maree mi hanno sempre affascinato...

    RispondiElimina
  3. Sono certa che se la dimenticherà, preferibilmente dopo l'interrogazione. Un ricordo intriso di emozioni è certamente più forte di uno sterile concetto imparato a memoria.

    Proprio ieri Leo mi ha chiesto quando rivedremo Aj...

    Ovviamente la domanda la giro a te! ;-)

    RispondiElimina
  4. Meraviglioso questo racconto,pieno di magia!!! Per un attimo mi è sembrato di essere lì a correre sulla spiaggia!

    RispondiElimina
  5. assolutamente meraviglioso! ho sempre desiderato visitare questo luogo! che magia, che forza della natura...si vede che AJ è felicissimo! ma dimmi...come posso schiodare mio marito? sono convinta che tutto sarebbe iniziare... un abbraccio Debora

    RispondiElimina
  6. meraviglioso racconto! Un giorno spero proprio di andarci...

    RispondiElimina
  7. I tuoi racconti destano sempre bellissime emozioni, è sempre bello leggerti!
    Grazie per la cartolina stupenda, l'ho gradita non sai quanto! Sei proprio un amore
    Un abbraccio
    Giuliana

    RispondiElimina
  8. Siete una famiglia straoridnaria!che bello vedere in ogni foto tuo figlio e Babbogiramondo che ridono..sorrisi..allegria..energia..siete un esempio davvero bello!!grazie!!

    RispondiElimina
  9. Che bello!!!Mi hai riportato indietro, alle mie vacanze dell'anno scorso. Stupenda Cornovaglia!

    RispondiElimina
  10. Che bello la marea ha un fascino che va al di là della spiegazione tecnica e scientifica, tutta la natura e suoi miracol bisognerebe guardarla con gli ochi di Aj e di tutti i bambini......
    Un abbraccio Simo

    RispondiElimina
  11. @Laura: Grazie cara.
    Sara: Si, sono un fenomeno davvero suggestivo!
    @Claudia:Si, si speriamo dopo l'interrogazione ;)
    Mia cara non volevo essere così sfacciata da autoinvitarmi. Prima speravo di poter ricambiare l'ospitalità. Ma lo sai, noi torniamo più che volentieri! un abbraccio.
    @EleVi:Grazie! La cosa buffa è che quando ero incinta di AJ, in un viaggio verso la Bretagna abbiamo visitato Mont Saint Michel, la gemella francese. C'era la bassa marea e per quanto ci sia piaciuto tantissimo non ricordo assolutamente di aver vissuto o pensato alla marea. Ogni viaggio è davvero unico!

    RispondiElimina
  12. @Mammasorriso: Mia cara è davvero difficile dare un consiglio. Solo tu che conosci i punti deboli di tuo marito e puoi sapere come fare. Io posso solo dirti di pensare ad una sua passione, un hobby, qualcosa che a lui piace molto. E poi provare ad organizzare un weekend a tema su ciò che sono i suoi interessi. Poi se la cosa ha successo magari sarà lui a proporti qualcosa la volta successiva. E ancora regalagli un libro che parli di viaggi, avventure o magari guardate un film insieme (penserò a qualcosa). Mai sottovalutare il potere del cinema!;) Un abbraccio
    @Morgaine: grazie cara!
    @La stanza di Lizzie: era davvero il minimo che potessi fare ma mi fa molto piacere!
    @Daniela: Sono commossa... Grazie!
    @Sandra: Fantastico.siete stati in Cornovaglia?
    @Simona: Mi trovi perfettamente daccordo! Domani partiamo ma torniamo Giovedì, vediamo se si fanno vedere questi ometti! bacione

    RispondiElimina
  13. Sì, Daniela. Siamo stati l'anno scorso a luglio, per la terza volta in Cornovaglia. Ci eravamo già stati nel 1994, la prima volta. Poi,nel 1999, in agosto, il giorni 11 alle ore 11 e 11 (pensa che numeri!)eravamo a St Michael's Mount a naso all'aria per l'eclissi totale di sole. Il mio blog ha solo sette mesi ma una sequenza di foto la puoi trovare (se hai tempo e voglia) nel mio settore viaggi. Ciao!! :0))

    RispondiElimina
  14. come ogni volta che sto per partire risfoglio i tuoi vecchi post e ...allora visto che la Cornovaglia è la prossima meta....mi daresti il nome del b&B di penzance? grazie valentina

    RispondiElimina

Posta un commento