31/08/11

Miniguida della Danimarca.Scogliere di Mon


La maggior parte dei turisti si ferma a Koge e poi ritorna su, pronta per riprendere un volo che da Copenaghen li riporterà a casa.
Non sa che in questo modo rinuncia a scoprire la Danimarca più autentica,  quella che si srotola verso Sud in un tappeto di campi coltivati ed è la  preferita in assoluto dai danesi.
Fatta da lunghe spiagge sabbiose, distese di boschi e isole che offrono mete di divertimento senza dimenticare il carattere rurale che si è conservato con il tempo. 
C'è l'isola di Lolland amatissima dai bambini per il celebre Parco safari di Knuthenborg e per Lalandia, la località vacanziera più grande del paese.
Falster celebre per la più grande riserva di coccodrilli d'europa e per le  spiagge infinite. 
E infine Mon la più piccola ma probabilmente la più spettacolare dal punto di vista scenografico.
E'qui infatti su questa isoletta a Sud della Selandia dove il verde dei boschi si confonde con l'azzurro del mare che  il bianco delle falesie di gesso  incanta ogni giorno i suoi  visitatori.

29/08/11

It's time to make Jam tarts


 
Ultimi tre giorni di un mese che scatena emozioni contrastanti.

Mi piace perchè è quello in cui le città si svuotano e  le strade, deserte, acquistano un fascino tutto nuovo.
Mi sento un po' una turista per casa,  un cappello di paglia rosa, un paio di occhiali da sole e via a passeggio in Piazza del  Duomo o a prendere un cappuccino seduti ai tavolini della mia libreria preferita.
E poi i ritmi che sembrano infinitamente più lenti.
Passiamo molto più tempo a casa a giocare, leggere, costruire, invitare gli amici per una merenda o un aperitivo sul terrazzo.

26/08/11

Dallo Sri Lanka con amore.Hat diviyan keliya


Penso che ogni ritorno a casa dopo un viaggio ci scopra in qualche modo cambiati. Un po' come  può  succedere con un bel libro.
A volte questa sensazione  è  travolgente e ci assale inebriandoci del desiderio di essere qualcosa/qualcuno di diverso, altre è più effimera, destinata a morire dopo poche ore lasciando tutto come era prima, o forse no.
E poi ci sono quelle volte in cui il cambiamento entra a far parte di noi, quasi senza accorgercene scava un posto fisso da qualche parte nel nostro cuore e  ci rimane per sempre, come il mio Sri Lanka...

25/08/11

Barley water. English refreshing summer drink


Nell'antica Grecia la chiamavano Kikeon e pare venisse bevuta durante i riti religiosi dei misteri eleusini. In Scozia è divenuta leggendaria e in Messico  si vende  nelle bancarelle per la strada.
In Asia è diffusa sotto forma di tè, gli inglesi l'hanno resa famosa trasformandola nella bevanda ufficiale dei giocatori di Wimbledon ed è presente persino in una canzone di Mary Poppins.
In qualunque parte del mondo la si beva, quello che è certo è che la Barley water è assolutamente fresca e  dissetante.
Perfetta per questi giorni estivi in cui l'afa sembra aver travolto la nostra cara Italia...


24/08/11

Miniguida della Danimarca." Il Castello di Elsinore"



Ancora un lungo ponte per arrivare in Selandia, l'isola più grande della Danimarca.
Idilliache distese sabbiose, caratteristici villaggi vichinghi, fattorie, foreste di faggi e fiordi che si insinuano dentro alla costa interrompendone la monotonia.
E poi c'è Copenaghen, naturalmente.
Lasciata la città si prosegue verso Nord, poche decine di chilometri sulla costa incontro a laghi e  personaggi celebri .
Fino a Helsingør...

23/08/11

Lago Tovel, fiabe e leggende.

Dal piccolo paese di Tuenno la Valle di Tovel si insinua tra montagne a picco e boschi di abeti rossi. 
I meleti disegnano i profili delle colline e scandiscono le stagioni e il tempo degli abitanti.
C'è chi tiene solo poche piante  per garantirsi qualche lenzuolino per colazione e chi invece lo fa di mestiere, per tradizione.
Mela dopo mela si entra nel territorio del Parco Adamello del Brenta attraverso un incanto di roccia, pascoli e boschi che conducono sino al leggendario Lago Tovel.

22/08/11

Let the cat out of the bag

indizio primo parte del viaggio

Gli inglesi usano la divertente espressione idiomatica let the cat out of the bag (letteralmente far uscire il gatto dalla borsa) per indicare un segreto che viene rivelato.
Ecco, io sono settimane che  tengo il povero animale chiuso in borsa e adesso non ce la faccio più. 
Vuole uscire!
Ho tenuto le due mete del nostro prossimo viaggio nascoste per settimane lasciando solo pochi indizi in giro per il blog(qui e qui).
E visto che mancano solo dieci giorni alla partenza vediamo se con queste ultime indicazioni qualcuno riesce ad indovinare...

19/08/11

Altri mondi


Quando ero piccola il mio cartone animato preferito era Il Fantastico mondo di Paul.
Una fiaba fatta di magia, universi straordinari, giocattoli parlanti e un cane che vola muovendo le orecchie come ali.
La parte che  amavo di più era quando l'orsetto Pakkun batteva in terra il suo martello magico  che apriva il cancello dorato attraverso il quale Paul e Nina, i due bambini protagonisti, volavano in uno straordinario mondo parallelo, il paese delle meraviglie...

16/08/11

Miniguida della Danimarca: Copenaghen da non perdere.

Copenaghen da non perdere
Un samedi matin  tra bancarelle traboccanti di profumi e suggestioni, un pomeriggio con cream tea e scones davanti alle scogliere che si gettano nell'oceano, un viaggio a bordo dei vagoni aperti di una vecchia linea ferroviaria,una sinfonia di panna e cioccolato  in mezzo ad una foresta incendiata di colori e ...

Sono  esperienze che non si dimenticano.
Attimi, minuti, ore in cui si sente un paese scivolarci dentro, il cuore  batte forte e noi siamo davvero lì senza altro pensiero che vivere quel momento con tutta l'intensità che merita. Un po' insomma, come faceva quel tale con i tramonti.

E allora, un po' come  tutte le guide, quelle vere, ecco qui la nostra personalissima hit delle esperienze da non perdere a ...Copenaghen:

12/08/11

Ricette dal mondo.Pita greca.

La nostra Pita
Qualche giorno sono andata a cena al ristorante Greco.
Il tempo di sfogliare il menù e già ero immersa nel ricordo di quell'effluvio di sapori, profumi, colori di un viaggio di qualche anno fa, il primo all'estero insieme a Aj.
Suvlaki, moussaka, ghiros, pitakia, tuffati nel ritmo incalzante del sirtaki, quello che penetra fino in fondo all'anima e poi ti  avvolge fino a che  non puoi fare a meno di alzarti e cominciare a battere le mani e  ballare.
Mi piace la cucina greca  e soprattutto adoro quel modo vecchio di secoli, di accompagnarla a quel pane così semplice, la pita che quando la tagli svela una tasca nascosta che chiede solo di essere riempita...

10/08/11

Libri in valigia, letture consigliate per bambini in viaggio: libri senza parole

A proposito di libri in valigia.
In questi giorni sto facendo la lista dei titoli  per la nostra nuova avventura (prossimamente) e oltre agli irrinunciabili libri tematici che avvicinano al viaggio e preparano alla meta, la scelta è caduta sui libri senza parole che, non mi stanco mai di dirlo,  trovo incredibilmente straordinari.

09/08/11

La città sommersa di Baia e il mistero di Atlantide


In tal momento il cielo si congiunse con l'acqua, in un sol giorno tutto fu perduto, e il giorno consumò tutta l'umanità...anche la montagna sparì sott'acqua. Dall'atzeco Codex Chimalpopoca
Tutto è cominciato con una storia. 
Una leggenda forse, un mistero che affascina inevitabilmente chiunque ne senta parlare. Un enorme continente, una città di una perfezione felice, una civiltà affascinante e gloriosa scomparsa in una notte.
Giù, nelle enigmatiche  profondità del mare, da qualche parte in fondo agli impenetrabili e misteriosi abissi.
Atlantide...

05/08/11

Miniguida della Danimarca: Odense delle favole, seconda parte

L'albero dei desideri al Fyrtojet di Odense
A Odense le favole non finiscono mai. 
Ce n'è sempre almeno una nascosta in qualche angolo della città
E succede un po' come in quel divertente pop up di Lauren Child, Danny apre gli occhi e si accorge di essere caduto nel suo libro di fiabe preferito.
Accade proprio così.
Cammini per il Parco e d'improvviso ti ritrovi tra le pagine del brutto anatroccolo, passeggi per strada e incontri quel cane con gli occhi grandi come le macine di un mulino.
Piangi con la piccola fiammiferaia e ridi dell'imperatore nudo davanti alla straordinaria parata Andersen.

Ma non è finita qui.
Affinché il vostro viaggio si trasformi in un vera favola c'è un altro luogo dove i sogni divengono realtà.

03/08/11

Giochi dal mondo: Monshimunh


Un tempo le persone dovevano autoprodurre ciò di cui avevano bisogno.
I materiali utilizzati dovevano essere facilmente reperibili nelle vicinanze perchè per muoversi naturalmente non esistevano le auto. Tutto quello che veniva costruito dipendeva dallo stile di vita e dall'ambiente circostante.
La gente delle Grandi pianure ad esempio, che viaggiava e si spostava continuamente, non utilizzava mai l'argilla per costruire scodelle e recipienti. Troppo pesante e troppo fragile per essere trasportata.
Molto meglio utilizzare le pelli di animali.

02/08/11

La valle delle sfingi e i misteri della Lessinia

Non occorre arrivare fino in Egitto per visitarla, la Valle delle Sfingi.
Basta lasciarsi alle spalle la bella Verona e salire su, incontro a quella montagna fatta di città di roccia, pascoli immensi e contrade di pietra.
La Lessinia è una tavolozza di prati desolati, affascinanti, malghe e sentieri da percorrere ascoltando il vento, che racconta storie di fade e orchi burlevoli

01/08/11

Facciamo un Picnic!


Anche una famiglia giramondo ogni tanto sente il bisogno di rallentare.
Per trovare il tempo di cominciare letteralmente a studiare un manuale indispensabile per il nuovo viaggio e dedicare il Sabato sera agli amici più cari.
Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin