31/01/13

I cortili segreti di Dresda. Kunsthof Passage


Una  domenica pomeriggio, per caso, tra particuliers, vecchie poltrone e cavalli a dondolo. Quel giorno nel Dorset tra immensi campi coltivati,  a cogliere fragole in uno straordinario supermercato en plein airE poi seduti sull'erba a vedere Pollicina che attraversa il fiume, pedalando sull'argine battuto dal vento insieme a gabbiani e flamants roses o scivolando lungo una strada deserta mentre la radio suona proprio quella canzone...
Eccoci con un'altra personalissima hit di esperienze da non perdere.  Questa volta torniamo a Dresda, meta ideale per un piccolo break low cost di primavera, da assaporare centellinando tanti momenti emozionanti che insieme fanno del viaggio un'esperienza unica e speciale.

30/01/13

Svizzera Sassone:Il Ponte di Bastei


Risalendo da Neuhausen verso Bastei, nulla lascia presagire l'incredibile mondo che si cela dietro alle dolci colline velate di bianco e  i filari coperti di neve attraversati dalle acque dell'Elba.
Stiamo entrando nella Svizzera Sassone eppure quelle falesie rocciose, quel paesaggio aspro e punteggiato di pilastri e impressionanti pinnacoli  sembra aver lasciato il posto a morbide distese tagliate da arbusti scintillanti. 
Poche righe sbirciate sua una guida erano bastate per farmi innamorare di questo angolo impervio che nel periodo romantico ha attratto pittori, artisti e scrittori incantandoli con i suoi suggestivi precipizi erosi dal vento.
Ed ora eccoci qua, a camminare su una strada contornata di alberi, vibranti di attesa...

29/01/13

10 buoni propositi per un viaggio



Lo dico sinceramente: in generale non sono una donna dai buoni propositi.

Intendiamoci, non che ne abbia di cattivi, è solo che mi piace troppo andare ad istinto per mettermi lì a razionalizzare desideri e aspettative per il nuovo anno. Però mi impegno molto, questo lo devo dire, per rendere ogni giorno più speciale la mia vita e quella delle persone che amo.

E così ogni Gennaio mi ritrovo a infilare il naso dentro ai vecchi barattoli e con un sorriso sbircio tra i ricordi acchiappando le cose belle e imparando da quelle brutte. Per il resto seguo il cuore.
Se parliamo di viaggi però, allora so bene quello che vorrei da questo nuovo anno: che ogni partenza sia anche occasione per andare oltre, crescere, arricchirsi, imparare a guardare ed ascoltare. E questo vale per i bambini ma anche per i grandi.
Per questa volta quindi, farò volentieri un'eccezione, e allora in attesa di continuare a raccontare il nostro viaggio in Sassonia ecco qua 10 buoni propositi per un viaggio davvero speciale, quello che auguro a tutti voi per questo 2013.

28/01/13

Il Museo degli schiaccianoci

Lo riconoscete?
Siamo nella pianura dello zucchero candito, signorina. Ma non ci fermeremo qui, se lo permettete, e passeremo subito da questa porta.
Non poteva che essere straordinario, il viaggio per raggiungerlo.
L'arrivo, la meta, il bersaglio incontro al quale è sfrecciato questo affascinante viaggio.
Ho visto la neve infinite volte ma mai nella mia vita mi ero trovata ad addentrarmi in un tale mondo d'incanto. Noi e una strada che entra magicamente nel bianco.

25/01/13

White Dresda


Oggi è il grande giorno,
Dopo colazione scivoleremo fuori da questa straordinaria città  dipinta di bianco incontro ad una piccola cittadina sassone dove si trova l'arrivo.
Perchè è da lì che siamo partiti con il pensiero mentre il cuore batteva e lo stomaco vibrava.
Ma anche questa volta quel che sta nel mezzo, quei  punti intermedi tra un da lì fino ad un a là si sono trasformati in una  parte importante del viaggio, sono diventati il viaggio.

24/01/13

Meissen e la Leggenda del Fummel


L'abbiamo lasciata martedì mattina,quella affascinante montagna incantata. Siamo partiti dopo aver spalato i metri di neve che avvolgevano candidamente l'auto e poi via, verso Nord, oltre il confine, attraversando prima i soffici paesaggi austriaci e poi sbirciando dal vetro la romantica Baviera.
Era già sera quando ci siamo fermati in una pensioncina della campagna tedesca, in Franconia, avvolti ancora dalla neve e dall'incanto di un luogo che ancora una volta ci ha sorpreso al mattino regalandoci emozioni e sorrisi.

22/01/13

Ciaspolata con mistero



E' la quarta mattina che ci svegliamo dentro a questo incantevole paesaggio fatato. Eppure c'è sempre qualcuno di noi che non appena fa giorno corre alla finestra e  trepidante, tira le tende color ocra, quasi a volersi assicurare che la neve sia sempre lì al suo posto.
Credo che non smetteremo mai di stupirci di tanta impressionante bellezza.
Ieri mattina mentre Aj sciava e noi portavamo Charlie a fare una passeggiata abbiamo scoperto un cartello di quelli che fanno vibrare  lo stomaco.

21/01/13

Tutta colpa degli schiaccianoci



Siamo arrivati di notte venerdì.
Inconsapevoli delle visioni fiabesche che prendevano forma mano a mano che salivamo. L'incanto e la bellezza nascosti dal buio come a volerci maggiormente sorprendere l'indomani, con la magia di un risveglio tutto luce e candore.
Perchè ve l'ho detto,quando incontro la neve il brivido è sempre lo stesso.

17/01/13

Itinerari on the road: Italia-Spagna



C'è quella sera che eravamo a due passi dalla Giralda, le luci dei lampioni bagnavano la città di luce dorata e loro giocavano a  no puedes luchar contra el toro con la mia maglietta. 
C'è lui piccolo, piccolo, sul tetto della Pedrera con il maglioncino di cotone a righe rosse e bianche, le cuffie dell'audioguida alle orecchie e quell'espressione seria da non mi disturbate che mi interessa .
C'è quell'aperitivo ad Alcala, sotto una cascata di case che paiono ridere insieme a noi mentre ci divertiamo   a turno  a fare le facce più  buffe.
E poi quella volta che abbiamo bagnato i piedi nel fiume o la corsa a perdifiato incontro ai giganti a inscenare la straordinaria epopea di un cavaliere sublime. E il bulbo che non vedevamo l'ora di piantare, le fontane di Zaragoza e il marzapane di Toledo, quello di zucchero dolcissimo che non mi è piaciuto e ci sono rimasta anche male.
E' solo un po' della nostra Spagna.
Quella vissuta insieme, annusata tra un barrio e una plaza, una ciudad e un pueblo. Quella che ci  rimane dentro perchè, cito di nuovo Saramago,  il viaggio non finisce mai.
Comincia nella nostra mente prima di partire e rimane per sempre impresso nella memoria.

16/01/13

Viaggiare di più e spendere di meno




Nel cassetto delle aspettative per il nuovo anno non può certo mancare il desiderio di partire.
Viaggiare, magari più spesso, per andare vicino, lontano, ovunque, purchè alla scoperta del mondo. Riuscire a ritagliarsi il tempo per un minibreak rigenerante per spezzare l'anno o partire per quella vacanza che sognavamo da tempo. Purtroppo però anche i sogni devono fare i conti con la realtà, viaggiare costa e in tempi di crisi capita che le vacanze siano le prime spese extra a venire eliminate...
                                                                                                  Continua a leggere su Piccolini

15/01/13

Giochi divertenti da fare in viaggio insieme ai bambini

  
La sera in Hotel dopo una giornata spesa a scoprire il mondo. A tavola, nell'attesa di un piatto o in quel  piacevole spazio alla fine del pranzo, quello in cui si assapora lentamente un caffè lasciandosi catturare dall'ozio. Sdraiati su una coperta a quadri durante un picnic, davanti al fruscio di un mare, il profumo di un bosco, l'aria frizzante di un monte. E poi naturalmente in auto, in aereo, in pullman, in treno, perchè il viaggio diventa più bello se dentro ci mettiamo anche questo.

14/01/13

Itinerari on the road: Italia-Gran Bretagna


Potrei anche trovarla, una ragione che sia "pratica e razionale" ; ma la verità è che più che un motivo sensato in quei millemila chilometri che stanno tra una partenza e un arrivo c'è  qualcosa di più simile al sentimento che alla ragionevolezza.
C'è il cuore che batte forte mentre si viaggia per raggiungere una meta.C'è la voglia di farsi conquistare dalla strada, attraversare il mondo, viverlo, esserci dentro e magari anche perdersi.
Per scoprire cosa c'è nel mezzo e non solo alla fine.
E una volta che avete cominciato non potrete  più farne a meno, di srotolare una mappa e dire: e se ci andassimo in macchina?
Oggi e nelle prossime settimane cominceremo a vedere alcuni dei nostri itinerari on the road preferiti, completi di tappe e consigli pratici per tutti quelli che hanno voglia di disegnare un viaggio e  cospargerlo di luoghi del cuore...

11/01/13

Idea weekend: Le salse di Nirano


Immaginatevi una specie di gran circo o d'anfiteatro costituito da una landa deserta sparsa di erbacce e di cespugli tisici e radi (...). Osservando anco meglio voi scoprirete dei piccoli coni disseminati per lo spiazzo. Ma fatevi più d'appresso e osservate un cono d'argilla umidiccia, troncato alla sommità, ed alla troncatura corrisponde un piccolo cratere da cui le bolle gasose si svolgono con foga incessante...dal Bel Paese dell'Abate A. Stoppani

Se non fosse abbracciata da lembi di bosco, prati e cespugli dai delicati colori autunnali parrebbe quasi la luna, così cosparsa da bianche dune e scenografici crateri che sembrano camini di fate.
Grandioso e emozionante come sanno essere i prodigi della natura, le Salse di Nirano a pochi passi da Sassuolo hanno il potere di catturare fantasia e immaginazione, trasformando una passeggiata in una vera avventura alla scoperta dei misteri della nostra straordinaria terra.

09/01/13

Il leone di Belfort


Non amo molto pianificare. Piuttosto mi piace farmi tentare da un nome, una storia, un personaggio, una vista, un dettaglio; un qualcosa che ci emozioni e  faccia vibrare lo stomaco.
Così quando durante un viaggio on the road si tratta di decidere una tappa intermedia, apriamo la mappa e  individuato grossolanamente un punto ideale ci lasciamo sedurre dal suono di una città, di un paese, di un villaggio.
Quella volta a Belfort ci siamo finiti così.

07/01/13

Il Raduno delle befane a Fornovo



Lo ricordo come fosse ieri. La mattina era trascorsa veloce tra un disegno e una canzone nella sala grande dove cantavamo tutti insieme accompagnati dal pianoforte.
C'era l'albero decorato, le nostre stelle di carta e  le ghirlande che addobbavano la scuola a festa.
Eravamo tutti agitati per il suo arrivo e io ancora di più perchè per me era la prima volta.
Si certo, ne avevo sentito parlare. Di questa strana signora che aveva l'abitudine di volare con la scopa. Sapevo che era bruttina, vestita di stracci, gobba, con un naso ricurvo e qualche dente nero in bocca. Ecco forse era proprio questo che mi faceva paura, anzi, mi terrorizzava....

03/01/13

Giochi dal mondo: Tutorial Shut the box



Dopo una giornata trascorsa in mare, il pesce veniva salato e messo nelle botti. Le reti dovevano essere pulite bene e solo a quel punto i pescatori scendevano stanchi sottocoperta.
Era allora che il bello cominciava. Il capitano apriva quel vecchio armadio cigolante e tirava fuori la scatola...

In realtà non è ben chiaro dove e quando sia stato inventato questo gioco affascinante. Se tra i pescatori del XII° secolo o da un temibile pirata normanno nel corso di una qualche avventura oltre l'Atlantico.
Quel che è certo è che si giocava a bordo delle navi, le sere al chiaro di luna, magari scommettendo su una bottiglia di rum.

02/01/13

Ispirazioni:dodici mesi per viaggiare


Alcune delle nostre calamite di viaggio


E' capitato di nuovo.
Come le altre volte ( ad esempio qui e quiil cervello nella pancia ha cominciato a vibrare, ci siamo guardati negli occhi ed è stato il tempo di un attimo prima di ritrovarci ad affondare il naso tra atlanti di carta (quelli su cui sognavo da bambina) e mappe virtuali, immaginando tappe e itinerari di un viaggio lungo oltre 40 ore , saturi di quella insaziabile brama che ci possiede ogni volta che una nuova emozionante avventura comincia a prendere forma.
Tutta colpa di una calamita, di quelle che in famiglia abbiamo l'abitudine di riportare dai viaggi, una per ogni paese visitato, da correre ad attaccare al frigorifero (facciamo sempre a gara) appena posate le valige nell'ingresso di casa.
E così ieri pomeriggio, davanti al sidebyside  di Nonnagiramondo è nata la prima idea di viaggio dell'anno, che non sarà il primo viaggio che faremo nel 2013 ma che si è già strettamente appiccicato  nei nostri cuori.
E vorrei che questo nuovo anno fosse un po' così per tutti. Pieno di formicolii nello stomaco, di eccitazione e frenesia per ogni nuova idea, sogno, progetto piccolo o grande.
Intanto come lo scorso Gennaio vorrei lasciarvi dodici nostre calamite. Dodici Ispirazioni di viaggio tratte dall' archivio 2012 che ci hanno fatto fremere di passione, emozione e gioia. Quella incontenibile di quando si va unitamente alla scoperta del mondo...
Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin