29/04/14

Valmarecchia: Il Forte di San Leo

Un vero mago, un guaritore, un alchimista? Oppure solo il più geniale ciarlatano  e truffatore della storia?
Il Journal für Freimaurer , rivista che circolava nelle cerchie massoniche viennesi nel 1786, lo descrive come un tipo piccolo e corpulento, dal naso un po' ricurvo e le labbra pronunciate.Un uomo prodigioso, visionario, evocatore di spiriti, medico ed eroe talmente pieno di umanità da non accettare denaro per il suo mestiere eppure  da riuscire  a vivere agiatamente...

28/04/14

Toscana da non perdere: Il giardino di Daniel Spoerri


E' un po' come  un cambio di scena a sipario aperto.
Solo che in luogo di fondali dipinti o tele decorate ci sono abeti e ulivi che sostituiscono le viti e i campi d'oro della Val d'Orcia.
Ve ne accorgete subito se lasciate la Cassia a Castiglione.
In un attimo Siena scompare e comincia la provincia di Grosseto, quella distesa sotto al vecchio vulcano dell'Amiata.
Proprio qui, su una delle ultime propaggini collinari del monte, si trova un immenso giardino che un tempo veniva chiamato il Paradiso, tanto magnifico è il paesaggio che lo circonda.

24/04/14

Ricette dal mondo:Kaiserschmarren, le sciocchezze dell'imperatore


Ci sono errori che fanno perdere l'aereo o che provocano disastrose ed esilaranti reazioni a catena ( tipo una mucca che sfonda il muro di una scuola).
Altri che portano a straordinarie scoperte scientifiche e infine  quelli che, oserei dire grazie al cielo, fanno venire fuori deliziose ricette.
Come  i kaiserschmarren, sciocchezzuole che secondo una delle tante leggende che l'avvolgono, pare siano nate proprio per un  errore...

18/04/14

Eventi di Primavera


Ma quant'è bella la Primavera, quando anche solo passeggiando per strada ti ritrovi incantato ad ammirare la perfezione dei germogli o di un arcobaleno di fiori appena sbocciati.
E i prati del parco, che diventano un soffice  tappeto di margherite in cui rotolarsi insieme ai bambini, e le prime gite al mare con le spiagge semideserte dove trascorrere la giornata a raccogliere conchiglie o far volare un aquilone.
 E poi ci sono le vacanze di Pasqua, per rallentare i ritmi e magari approfittarne per partecipare a uno dei tanti bellissimi eventi che colorano i cieli e riempiono di fantasia e colore parchi, città e giardini.
E allora se anche voi avete voglia di partire, per una divertente caccia alle uova, un laboratorio o una corsa insieme a migliaia di aquiloni, date un'occhiata al mio nuovo post sul magazine Piccolini dove trovate alcuni dei tanti eventi che si svolgeranno nelle prossime settimane.
Noi intanto andiamo a riempire i nostri cestini, ci sono dei pulcini appena nati da portare in fattoria e cupcakes e biscotti da preparare.

Vi auguro una Pasqua meravigliosa piena di piccole grandi cose, incantesimi, favole  e tanti sorrisi.  

-->

17/04/14

Birdwatching alle saline di Cervia

Bastano un binocolo , un libro  e degli abiti poco appariscenti per cominciare un hobby avventuroso, appassionante e divertente anche per i bambini.
Il Birdwatching insegna a guardare gli uccelli con occhi diversi, aprendo le porte ad un mondo un po' magico  fatto di misteri e curiosità, prodigi e  straordinari viaggi.
Lo sapevate ad esempio che  esiste un uccellino di pochi grammi chiamato sterna codalunga che due volte l'anno migra dalla Scandinavia fino  in Antartide volando per oltre trentaquattromila chilometri?
E che qualche tempo fa un piccolo  migliarino di palude inanellato a Burano venne ritrovato da un pescatore dentro alla pancia di un pesce in Finlandia?
Basta solo avvicinarsi un po' e sbirciare dentro allo splendido mondo dell'avifauna e vedrete che ne verranno fuori a migliaia:
di storie incantevoli e affascinanti  distese tra le infinite autostrade del cielo.

14/04/14

Cervia per bambini: La casa delle farfalle & Co.



In greco crisalide significa oro.  
Forse è per il colore ma  a me piace di più pensare che  sia perchè è qualcosa di incredibilmente prezioso.
Un magico minimondo , dentro al quale si chiude strettamente il bruco pronto per la sua ultima formidabile muta, quella che come in un incantesimo sboccia in un meraviglioso fiore che vola.
E si può anche giocare a indovinare quale di tutte le farfalle apparirà, subito prima che l'involucro si laceri e spunti  il capo e poi faticosamente il corpo con le ali ancora umide che paiono stupefacenti starnuti d'arcobaleno*.

09/04/14

Alsazia da non perdere: Kayserberg

Di nuovo l'Alsazia come prima tappa prima di proseguire verso Nord incontro all'Irlanda
E' bella come un libro di fiabe l'Alsazia.
E non importa quante volte ci ritorni perchè che sia la prima o la centesima volta, ci sarà sempre qualcosa di nuovo lì a sorprenderti.  
Un palazzo che profuma di panpepato, un cicogna che ti insegue per strada oppure un villaggio un po' magico, da esplorare gironzolando tra vicoli e ponti e poi dalla cima di una torre di un castello in rovina.
Nei prossimi giorni un post tutto dedicato a questa splendida regione, completo di tappe on the road e luoghi da non perdere.
Ma nel frattempo però potete venire a scoprire Kayserberg e magari trovare un'ispirazione per le vacanze di Pasqua...


-->

08/04/14

Libri in valigia:Le uova di Rechenka


La sera si sedevano  intorno al fuoco. Lei,  la mamma e poi babushka e djedushka che vivevano insieme a loro e avevano quel magico dono della gente dell'est, quello che fa prendere vita alle storie. 
Quei favolosi racconti, sussurrati tra lo scoppiettante crepitare di un fuoco d'inverno sono rimasti impressi nella memoria di Patricia Polacco. E insieme all'amore per le oche e a quella magica mattina in cui la nonna le insegnò la millenaria tradizione di decorare le uova... sono scivolati dentro ad un libro.
Ed eccolo qua...

07/04/14

Girovagando tra Crete senesi e Val d'Orcia


Se fosse una musica sarebbe  jazz.
Quello che non puoi spiegare a nessuno, che ti avvolge come un immenso abbraccio e ti fa perdere.
Che vibra forte dentro ai baffi di nebbia, sopra un universo di cipressi e pini e olivi e sconfinate distese di mari verdi.
Quello che  ti sorprende ad ogni nota, come quando inaspettatamente compaiono immensi deserti fatti  di curve nude e colli pelati.
E come il jazz non si può davvero capire.
A meno che non lo incontriate...

01/04/14

Irlanda per bambini: Greenan Farm


Ieri notte l'ho sognata.
Ho rivisto  le infine distese di verde interrotte qua e là da fruscianti nastri d'acqua argentea e intorno le montagne grandiose a far da cornice.
Riuscivo persino a  sentirne  il profumo, quello intenso della natura che sale dai fili d'erba o rotola fuori dalle rocce di un fiume.
Ed era tutto così  reale che quando mi sono svegliata  è stato come doverla salutare di nuovo. Non un addio ma un arrivederci.
Perchè chiunque sia stato in  Irlanda lo sa che dopo ci vorrà  tornare ancora.
Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin