20/01/10

Bellinzona, visitare un castello con i bambini.


Un fulmine  squarcia l'oscurità del cielo.
La strada deserta continua a salire ai margini della foresta mentre in lontananza l'ululato di un lupo rompe il silenzio.
Il vento impetuoso scuote i rami degli alberi e le rocce creano ombre mostruose.
Poi  d'improvviso una saetta illumina in lontananza un tetro e cupo castello che domina l'orizzonte.

Castelgrande a Bellinzona

Sospeso sulla collina, un sinistro ammasso di torri i cui merli si stagliano con straordinaria eleganza verso il cielo.
Le mura si interrompono bruscamente svelandoci un piccolo ingresso che conduce ad una ripida scalinata.  Un passo dopo l'altro ci stringiamo per non scivolare sulla neve caduta da poco mentre il varco si apre su un terrazzo abbracciato da alte mura. Lo sguardo si muove veloce alla ricerca di un passaggio indugiando per un momento  lungo il camminamento che conduce alla torre. Un'occhiata alla vecchia mappa ci conferma la giusta direzione.
 Castelgrande
Dopo tante avventure sarà forse  lì che troveremo il tesoro che stiamo cercando?

Questo è soltanto uno dei mille giochi che si possono fare quando si visita un castello insieme ad un bambino.
Arroccati sulle montagne nascosti in una caverna, circondati dal verde, stregati o fatati nell'immaginario collettivo di adulti e bambini i castelli rappresentano da sempre il palcoscenico ideale per sognare di avventure, leggende, intrighi.
Alcuni dei castelli che abbiamo visitato
Anche Castelgrande con il suo aspetto da castello medioevale e  i due torrioni che prendono il nome di torre bianca e torre nera uniti da un suggestivo camminamento,
si presta perfettamente per decine di giochi  e avventure fantastiche.
L''imponente maniero addossato su di un  promontorio roccioso a Bellinzona veniva considerato nel XIII secolo  insespugnabile e in effetti osservando oggi le cupe mura, le torri e le feritoie, non si può fare a meno di immaginare balestre e archibugi comparire dai merli e dalle piccole aperture.
Il cortile all'interno è il luogo ideale per giocare, immaginare, correre nei giardini sulla rupe e intorno all'ampia cinta muraria  cercando passaggi segreti e antichi emblemi con solo il cielo a far da tetto.
Aj a Castelgrande

Cortile di castelgrande a Bellinzona
Da qui transitarono vescovi, re e imperatori e basta poco per immaginare nel silenzio della notte le guardie che scivolano silenziose sui camminamenti per il turno di ronda.
Facendo attenzione a non esser visti ci infiliamo in una delle torri cominciando la lunga salita verso l'alto che rivela a tratti scorci inaspettati. Poi un'apertura conduce al camminamento e infine all'altra torre.
sul camminamento
Porte, cunicoli e aperture rendono il gioco ancora più straordinario e ogni nuovo spazio ci sorprende con un cortile, un museo e persino un suggestivo Ristorante che si trasformano  in giacigli per forestieri o spazi comuni dove i soldati giocano a dadi.
menù del ristorante dentro al castello


Uscendo da una storia bastano pochi chilometri per entrare in un' altra, fatta di laghi che celano oscuri segreti e alberi capaci di trasformarsi...
Locarno
Locarno

Locarno

La strada della fantasia  è una avventura che non finisce mai...


Informazioni pratiche:
Apertura Castello:
Gennaio - Dicembre
corte interna:
martedì - domenica 09.00 - 22.00   
lunedì 10.00 - 18.00
murata sforzesca:
estate 10.00 - 19.00   
inverno 10.00 - 17.00
Entrata:
fr. 5.- adulti / fr. 2.50 adulti gruppo (min. 10 pax), avs
fr. 2.- bambini, bambini gruppo (min. 10 pax)
Circolare tre castelli:
fr. 10.- adulti
Si può arrivare al castello attraverso la strada in salita da Piazza Collegiata, da Piazza Nosetto o da Via Orico. Dalla piazzetta si può inoltre salire con l'ascensore.
Qui altre utili informazioni anche su gli altri due castelli, Montebello e Sasso Corvaro.
Informazioni sul bollino autostradale  svizzero le ho già scritte qui e qui.
Qui tutti i post sulla Svizzera.
Semel in anno licet insavire Una volta all'anno è più che lecito fare follie:
Rabadan, il Carnevale di Bellinzona. Ulteriori informazioni su questo straordinario evento nella newsletter.

Viaggiando si impara:
A casa abbiamo giocato con il divertentissimo libro che diventa un vero Castello della meravigliosa collana Chicchirichì (di cui poi parlerò in un post dedicato ai libri per viaggiare) .
Copertina di Il castello
Utilissimo da portare anche in viaggio (noi ci abbiamo giocato anche in aereo)
Abbiamo letto due libri straordinari, La guerra delle campane e La guerra che affrontano con delicatezza un tema così difficile insegnando la gioia della pace.
La guerra delle campane

La guerra di Eric Battut
E infine visto che ci avviciniamo al carnevale abbiamo cucinato la nostra schiacciata alla fiorentina.

La nostra schiacciata alla fiorentina
Riuscite a capire cosa c'è al posto del giglio ;)?

15 commenti:

  1. ... la torre di un castello? ;-D
    anche a casa nostra l'ultimo libro acquistato è stato uno di Rodari (sabato scorso!). Bacioni

    RispondiElimina
  2. Great Post.....

    I found your site on stumbleupon and read a few of your other posts. Keep up the good work. I just added your RSS feed to my Google News Reader. Looking forward to reading more from you down the road!

    Thanks for sharing....

    RispondiElimina
  3. Adoro Bellinzona :-)
    Un po' freddina in questo periodo ;-)... ma meravigliosa!! Il tuo piratino è stupendo!!!
    A Carnevale Bellinzona è uno spettacolo con i carri e le maschere in giro per la città... Da provare.
    Un bacione grande

    RispondiElimina
  4. NO! cosa c'è?io sono curiosa come una scimmietta!!!Bello questo castello, chissà come siè divertito AJ, per un bimbo è bellissima la magia che si crea nella visita ad un castello.....anche noi ultimamente stiamo acquistando e leggendo tanti libri, ed anche io stò preparando un post di un libro per viaggiare, acquistato prima dell'ultimo viaggio, sono curiosa per il tuo, a prestissimissimo allora!buona giornata

    RispondiElimina
  5. Hello.
    I am interested in the thesis of this forum.
    Lead amuse link to such forums.
    At equal forum administrator has deleted me.
    He said that I - a robot.
    Funny?

    RispondiElimina
  6. Un castello?! Che buona la schiacciata alla fiorentina, sto già telefonando alla mia nonnina per farmela fare! E che belli i castelli fanno davvero sognare tante avventure!!!

    RispondiElimina
  7. E la ricetta per questa schiacciata alla fiorentina? :-)

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  9. Allora..... Una valigia con le etrichette? Un libro? Coma ha detto Beta, il torrione di un castello?
    Dai MG, DICCELO !
    DaniVerdeSalvia

    RispondiElimina
  10. @Beta: E il titolo? :)
    @Mybambino: Thanks a lot!
    @Paola:Infdatti ho segnalato l'evento ero sicura che meritasse anche solo per la mascherona sulla torre di Castelgrande :)
    Voi ci andate?
    @Robertina: Eh i libri, i libri che meravigliose finestre sul mondo. devo decidermi ad aprire un blog dedicato solo a loro ;)
    Il mistero è svelato, guarda qui ;)
    http://mammagiramondo.blogspot.com/2010/01/schiacciata-alla-fiorentina-aspettando.html

    RispondiElimina
  11. @Laura: Bravissima! ;) La tua nonnina eh? Ma brava...
    @Daniela B.: Subito accontentata :)
    @VerdeSalvia: Bella quella della valigia con le etichette, quasi quasi... ;)

    RispondiElimina
  12. Ciao Daniela,
    dopo il tuo post, mi era proprio venuta voglia di fare un giro a Bellinzona e così ieri prima di fermarci a San Bernardino a "bobbare" ci abbiamo fatto un salto. Dopo un pranzetto coi fiocchi, abbiamo visitato il castello di Mesocco (forse meno conosciuto, ma suggestivo perchè ai piedi del San Bernardino). PF si è divertito un sacco... a cercare i cavalieri dell'Apocalissa (una strana storia di Ema):-)
    Non so ancora se riusciremo ad andare quest'anno al Carnevale... stiamo pianificando proprio in questi giorni quella settimana. Chissà ;-)

    RispondiElimina
  13. @Paola: Mi hai incuriosita, il castello di Mesocco, ora vado a dargli un occhiata.
    Ora però sono curiosa, i cavalieri dell'Apocalissa... siete fantastici!
    Dovremmo essere di nuovo in zona tra due settimane, grazie per la dritta graditissima, anzi quando hai voglia, io sono sempre in cerca di idee ;)
    Noi fine settimana assolutamente favoloso sugli sci, l'ometto era una meraviglia!!
    Bacione

    RispondiElimina
  14. ciao! per gli amanti di viaggi e scoperte del mondo che ci circconda, consiglio il sito della National Geographic in cui è possibile visitare "virtualmente" terre vicine e lontane,del nostro Paese ma anche del resto del mondo.

    se ti va, dà pure un'occhiata :)
    http://www.natgeotv.com/it/livecurious

    RispondiElimina
  15. complimenti sei un modello da seguire... non è facile viaggiare con dei bambini piccoli e i tuoi consigli sono davvero utili.

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin